Questo post è disponibile anche in: Inglese

Come scritto in precendenza, l’aggiornamento delle VM richiede prima l’aggiornamento delle VMware Tools e poi (ma non è strettamente necessario) l’aggiornamento del virtual hardware. Vi sono però delle considerazioni aggiuntive da fare a riguardo.

Tra l’altro, qualche giorno fa mi sono imbattutto in un aggiornmanto da VI 3.5 (tra l’altro solo U1) direttamente a vSphere 5, trovando che, paradossalmente, gli unici problemi si sono avuti nell’aggiornamento delle VM, visto che per vCenter Server e hosts ho utilizzato una reinstallazione completa.

Alcune delle mie osservazioni:

  • Sembrerà banale, ma fare un check delle VM prima di procedere con l’aggiornamento: vericare the tutti i servizi partano dopo un riavvio, che non vi siano errori e che vi sia abbastanza spazio nel disco di sistema per l’aggiornamento delle VMware Tools (purtroppo anche il vSphere 5 manca il monitoraggio dello spazio disco dentro il guest OS).
  • Benché sia l’aggiornamento delle VMware Tools che quello del virtual hardware possono essere orchestrati con VUM, consiglio almeno per le prime VM (una per tipologia) di procedere con un aggiornamento manuale per scoprire gli eventuali problemi.
  • Da GUI l’aggiornamento del virtual hardware è forzato alla versione 8, quindi si tratta di saltare dalla versione 4 (che comunque può essere eseguita su vSphere 5) alla versione 8.
  • L’aggiornamento del virtual hardware determina un riordino delle schede PCI virtuali (ricordiamoci che dalla versione 7 supportano l’hot-add)… la conseguenza è che VM con più di un vNIC possono subire uno scambio tra vNIC.
  • Le nuove VMware Tools sono compatibili con vSphere 4.x, ma con VI 3.x? L’unico problema serio che ho trovato è che in alcuni casi la scheda di rete flexible non funziona più correttamente (continua a attivarsi/disattivarsi), la soluzione, in questi casi, è toglierla ed usare una nuova scheda.
  • L’aggiornamento delle VMware Tools è consigliato (se possibile) farlo in modo interattivo… richiede la disinstallazione delle vecchie e l’installazione delle nuovo.
  • La KB1012259 (VMware KB: msvcp71.dll is removed after uninstalling ESX/ESXi 3.5) è valida anche con vSphere 5, ricordarsi di salvare il file prima di aggiornare le VMware Tools (o recuperarlo dalle vecchie VMware Tools). Attenzione che vari programmi sono affetti da questa libreria (come ad esempio SQL Server 2000).
  • Per le VM Linux ho trovato più veloce aggiornare prima il virtual hardware e poi le VMware Tools (operazione che non richiede riavvi in Linux). Questo vale anche per un aggiornamento da vSphere 4.x.
  • Di View, si è già discusso in precedenza, nel caso il PCoIP non funzioni più dopo un aggiornamento delle VMware Tools, procedere con una riparazione del View Agent.
  • Fatto l’aggiornamento delle VM, poi bisogna anche testarle!
Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2375 Posts)

Virtualization & Cloud Architect. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert (2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015). PernixPro 2014. Dell TechCenter Rockstar 2014. MVP 2014. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.