Questo post è disponibile anche in: Inglese

In occasione della seconda edizione europea del Dell Storage Forum, Dell presenta diversi aggiornamenti alla gamma di soluzioni storage end-to-end progettate per potenziare l’architettura Fluid Data e aiutare i clienti a ottimizzare ulteriormente i dati nel loro intero ciclo di vita.

“La tendenza dell’IT e cosa i data center dovrebbero fare per le aziende sta cambiando velocemente a mano a mano che i clienti si trovano ad affrontare i modi diversi – e spesso in concorrenza tra loro – di come la tecnologia è resa disponibile – dal client al cloud alla convergenza”, commenta Darren Thomas, vice president e general manager Dell Storage. “Dell è ben posizionata con un’architettura storage end-to-end in grado di ottimizzare i dati in ogni punto del loro ciclo di vita attraverso intelligenza e automazione. La Fluid Data Architecture di Dell assicura nuove funzionalità che potenziano il data center cosicché i clienti possano ottenere reali vantaggi di business”.

Il nuovo software per Dell Compellent e PowerVault MD3 aumenta le prestazioni e l’automazione

Il software Dell Compellent Storage Center 6.3 presentato oggi offre massime scalabilità e performance per gli array Dell Compellent. I controller Compellent SC8000 con il software Storage Center 6.3 possono aumentare le prestazioni fino al 100% rispetto alle versioni precedenti nell’eseguire “workload enterprise”. Inoltre, con questa release, Dell è il primo storage provider ad annunciare funzionalità Fibre Channel end-to-end da 16Gb – dal server allo switch fino allo storage – raddoppiando la banda e velocizzando l’accesso a dati e applicazioni business critical.

Progettati per aziende medie e grandi e per il cloud computing, gli array Dell Compellent offrono tiering automatico, avanzata protezione dei dati e massima facilità di utilizzo. Queste funzionalità si associano a un design modulare estremamente scalabile che permette agli utenti di aggiornare il software storage senza costi aggiuntivi e di ampliarlo facilmente senza dover smantellare e ricostruire l’infrastruttura esistente. Secondo un recente rapporto di IDC commissionato da Dell, le installazioni Compellent hanno una vita produttiva quasi doppia rispetto alle soluzioni storage della concorrenza calcolata in base a una sostituzione delle macchine Compellent ogni 6,9 anni contro i 3,5 anni di altre soluzioni.

Announcing Storage Center 6.3 for Dell CompellentTra gli altri avanzamenti di Storage Center 6.3 vi sono:

  • replica sincrona per migliorare la resilienza al fine del ripristino dei dati e per fornire maggiore flessibilità nella replica multi-sito pensata per ridurre il tempo e i punti di ripristino
  • maggiore integrazione Microsoft con il supporto per Windows Server 2012
  • maggiore sicurezza e ridotta gestione con il supporto di Active Directory e LDAP che automatizza e integra lo storage Compellent con una directory aziendale per abilitare un unico processo di autenticazione e autorizzazione di accesso
  • Migliorata sicurezza per il governo federale con il supporto dei requisiti USGv6/IPv6 per numerosi indirizzi IP
  • La capacità di inviare alert e suggerire la distribuzione dei volumi su diversi array in base al monitoraggio attivo di prestazioni e capacity.

Dell PowerVault MD3 Software Enhancements Le migliorie al software Dell PowerVault MD3, progettato per mantenere una disponibilità pari al 99,999% per questi array convenienti e performanti, potenziano protezione, prestazioni, capacità e funzionalità di virtualizzazione.

I potenziamenti alla protezione dati comprendono pool di dischi dinamici che ne semplificano la gestione e ne migliorano le prestazioni in fase di ricostruzione attraverso la ridistribuzione dei dati tra tutti i dischi, riducendo significativamente il tempo di ripristino di eventuali malfunzionamenti. In aggiunta alle attuali funzionalità di replica Fibre Channel, la nuova replica asincrona da remoto basata su IP salvaguardia da site failure, migliora la velocità delle applicazioni e il supporto a distanza.

Le funzionalità di integrazione applicativa e di efficienza del software PowerVault MD3 comprendono il supporto di API VMware vStorage for Array Integration (VAAI) che permettono ai clienti di scaricare alcune attività relative allo storage dai server agli array PowerVault. Nuove funzionalità di thin provisioning consentono agli array di allocare automaticamente lo storage a seconda dell’esigenza per un’espansione semplificata e conveniente della capacità.

Dell potenzia il portfolio di soluzioni per la protezione dei dati e per semplificare il backup e il recovey

Il sempre più ampio portafoglio di soluzioni di data protection di Dell permette ad aziende di tutte le dimensioni di ottenere funzionalità di protezione e tempi di ripristino di dati e applicazioni senza eguali in tutti gli ambienti: virtuali, fisici e cloud. Dell offre soluzioni complete per il backup, la replica e il ripristino pensate per massimizzare l’efficienza dei dati, migliorare l’agilità IT e garantire resilienza di business. Tra le aggiunte alla gamma di soluzioni di protezione dati di Dell troviamo:

  • Dell PowerVault DL4000Ottimizzata per piccole e medie imprese e uffici remoti, la prima appliance di backup basata su software Dell AppAssure offre una soluzione di backup e disaster recovery veloce e completa per applicazioni e dati business-critical e con massima integrazione di software e system management. Con 5,5 terabyte di capacità storage interna, questa appliance 1U offre software di snapshot, replica, deduplica e compressione per un uso efficiente della capacità di backup. Gli utenti possono trarre vantaggio dall’hosting di due macchine virtuali in standby che proteggono le applicazioni critiche fino a due server, offrendo un rapido disaster recovery.
  • Quest NetVault Backup 9.0 Nuovo software Quest di data protection si integra con NetVault Extended Architecture (NetVault XA), con una nuova interfaccia grafica e una gamma di servizi condivisi per unire diverse tecnologie di protezione dati Quest per una gestione semplificata. Il software abilita aziende medie e grandi a semplificare la data protection salvaguardando applicazioni critiche in ambienti eterogenei fisici e virtuali. Le funzionalità cross-platform di NetVault si estendono a Windows Server 2012 e Novell Open Enterprise Server 11, mentre i potenziamenti per Windows Server 2012 Hyper-V e VMware vSphere® offrono maggiori funzionalità, performance e scalabilità. L’aggiunta della replica nativa alla soluzione di deduplica NetVault SmartDisk aiuta a semplificare il data storage e il disaster recovery offsite
  • Dell PowerVault DL2300Nuova appliance enterprise-class per la data protection associa i server Dell PowerEdge di dodicesima generazione con il software per la protezione moderna dei dati CommVault Simpana 9 al fine di offrire alle grandi aziende backup, recovery, replica, archiving e deduplica dei dati per server fisici e virtuali in un’unica soluzione pre-testata facile da configurare. La nuova appliance integra i processori e le capacità di memoria di ultima generazione per ottimizzare la configurazione dei database di deduplica per maggiori performance di backup. Gli utenti possono risparmiare tempo grazie all’automazione integrata e policy-based per la gestione di backup e archivio.

Dell PowerVault DL4000     Dell PowerVault DL2300

Disponibilità

  • Dell Compellent Storage Center 6.3 sarà disponibile in beta a inizio 2013 mentre la disponibilità generale è prevista per il Q2 2013.
  • I potenziamenti software Dell PowerVault MD3 e Dell PowerVault DL2300 sono già disponibili.
  • Dell Quest NetVault Backup 9.0 sarà disponibile a dicembre 2012.
  • Dell PowerVault DL4000 sarà disponibile nel Q1 2013.

This post has already been read 199 times!

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (1455 Posts)

Virtualization & Cloud Architect. VMUG IT Co-Founder and board member. VMNT Moderator and VMware vExpert (2010, 2011, 2012, 2013). Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA.


Share