Browsing Posts in VMware

VMware Virtual SAN è una soluzione di Software Defined Storage sviluppata da VMware che rientra nel modello delle soluzioni storage iper-convergenti. Benché sia venduto come prodotto separato (almeno per la licenza), in realtà è parte integrante di ESXi (a partire dalla versione 5.5) rendendo veramente semplice l’implementazione di questa soluzione. Sicuramente è un prodotto in forte crescita, visto che VMware dichiara, alla fine del 2016, di avere più di 7000 clienti (che dovrebbero essere più di quelli di Nutanix e SimpliVity messi insieme, ma questa è un’interpretazione forviante, se non si qualifica e quantifica sia […]

VMware ha annunciato il termine del supporto agli switch virtuali di di terze parti, avviato fin dalla versione 4.0 di vSphere, ma mai largamente adottato (se non per alcuni casi di utilizzo del Nexus 1000v). Le VMware vSphere APIs usate dagli switch virtuali di terze parti funzioneranno solo fino alla versione 6.5 Update 1 di VMware vSphere. Dopo non saranno più utilizzabili ed i virtual switch di terze parti non potranno più funzionare. In realtà è già da tempo che VMware ha avvisato i propri clienti di migrare da switch virtuali di terze parti ai […]

In molti conoscono VMware vSphere Data Protection (VDP), ma in pochi lo usano veramente, benché sia incluso in tutte le edizioni di vSphere a partire dalla Essential Plus in su. Per un certo periodo esisteva persino una versione advantage a pagamento (VDPA) che pure le non ha avuto successo e da vSphere 6.0 ha rimpiazzato la versione base. Da lì il progressivo tramonto di un programma che non è mai sbocciato veramente, con troppi problemi di stabilità e con un approccio, dal mio punto di vista, non corretto al tema del backup (usare dei datastore per […]

RedHat è molto nota per le sue distribuzioni e per il suo impegno nel mondo OpenStack (e più in generale nel mondo OpenSource), ma è anche molto attiva nel mondo della virtualizzazione e dello storage software defined. In particolare nell’area SDS esistono due linee di prodotto completamente differenti: RedHat Gluster Storage (in precedenza noto semplicemente come Red Hat Storage Server) fornisce una soluzione di file based storage. RedHat Chef Storage fornisce una soluzione di block e object storage.

In VMware vSphere uno dei limiti storici è stato (per tanti anni) quello della dimensione di un singolo disco virtuale VMDK che non poteva eccedere i 2 TB circa (per la precisione i 2 TB – 512 B). In realtà la vera dimensione “usabile” era persino meno, per poter permettere la creazione di snapshot e dipendeva dalla dimensione del blocco (importante in VMFS3 o in VMFS5 se aggiornato dalla 3). Per maggiori informazioni si rimanda all’articolo Veeam KB 1091. A partire da vSphere 5.5 è stato finalmente possibile avere dischi virtuali grandi fino a 62 […]

Per avere maggiori informazioni (in italiano) sulle novità di VMware, incluso vSphere 6.5, è possibile partecipare all’esclusivo e innovativo evento digitale VMware che ripercorrerà le più importanti novità e gli annunci del VMworld 2016. Il 25 novembre 2016, a partire dalle 14:30 è possibile segure il LIVE Streaming dagli Studi TV RAI.

Dopo l’annuncio ufficiale all’ultimo VMworld Europeo, finalmente VMware vSphere 6.5 è in GA e disponibile per il download. Molte delle novità sono già state discusse a partire dal nuovo Web client, il nuovo vCenter, le nuove funzioni di disponibilità, la VSAN 6.5, le novità sulla sicurezza e ovviamente la maggior scalabilità. Per maggiori informazioni (in italiano) partecipa all’esclusivo e innovativo evento digitale VMware per ripercorrere le più importanti novità e gli annunci del VMworld 2016 segui il LIVE Streaming dagli Studi TV RAI oppure partecipando in prima persona.

Disk Drill è un’utility di file undelete specifica per Windows o MacOSX che permette il recupero di file cancellati (anche mesi prima) e non più presenti nel cestino in poco tempo. Ovviamente la possibilità di recupero completo di un file dipende anche dal come i blocchi del file stesso siano stati reciclati per altri file (purtroppo manca un indice sul grado di recuperabilità dei file, cosa che altri programmi simili hanno, rimane comunque interessante come ,spesso, si possano trovare e ancora recuperare file cancellati da più di un anno!). La versione gratuita è in grado […]

In questa pagina sono raccolte tutte le slide del secondo meeting del VMUG Italiano svoltosi a Roma, il giorno lunedì 26 settembre 2016 (seconda volta a Roma, dopo l’evento del 2013). Grazie a tutti coloro che hanno partecipato all’evento, considerando che vi erano più di 56 iscritti (esclusi gli organizzatori e gli speaker). Contiamo di aumentare il numero di eventi a Roma, ma con qualche rivisitazione nella formula.

VMware ha da poco annunciato due importanti novità sui client per vSphere, sia per il vecchio client Windows sia per quello Web: il client legacy basato su C# ed eseguibile solo su sistemi Windows non sarà più disponibile dalla prossima versione di vSphere (finalmente, visto che il cliente era persino più grosso di ESXi). Le versioni 5.5 e 6.0 non saranno affette il cliente web basato su Adobe Flash sarà presto sostituito (finalmente) da un client web totalmente HTML5 (al momento già disponibile come Fling).

A partire da vSphere 5, VMware raccomanda di usare come network virtual adapter la scheda di rete virtuale vmxnet3, ovviamente partendo da un virtual hardware almeno v7 e solo con sistemi operativi recenti, in pratica da Windows NT 6.0 (Vista o Windows Server 2008) e le varie distribuzioni Linux che includano già il driver della vmxnet3 all’interno del loro kernel. Tipicamente per questi sistemi operativi la scelta è tra e1000 o vmxnet3: il wizard di creazione di una nuova VM già sceglie quello giusto per le distribuzioni Linux, mentre per i sistemi Windows si limita a proporre […]

© 2017 © 2013 vInfrastructure Blog | Hosted by Assyrus