Questo post è disponibile anche in: Inglese

Per l’elenco di tutti gli obiettivi vedere la pagina dell’esame VCP5.

Objective 4.4 – Administer Virtual Machines and vApps

Vedere anche (in inglese): VCP 5 Objective 4.4 – Administer Virtual Machines and vApps.

Identify files used by virtual machines (same as vSphere 4.x)

Vedere la vSphere Virtual Machine Administration Guide (pag. 9).

Identify locations for virtual machine configuration files and virtual disks (same as vSphere 4.x)

Normalmente tutti i file che compongono una VM sono raggruppati all’interno della cartella relativa (e il nome di questa cartella corrisponde normalmente al primo nome della VM stessa e può essere aggirnato con un’operazione di storage migration). Ma in realtà i vmdk possono essere creati o successivamente rilocati (tramite un’operazione di Storage Migration) anche su diversi datastore. Per quanto riguarda invece la possibilità di rilocare i file di swap e snapshot vedere:

Identify common practices for securing virtual machines (same as vSphere 4.1)

Vedere la versione finale del vSphere 4.1 Security Hardening Guide.

Hot Extend a virtual disk (same as vSphere 4.x)

Questa funzione, introdotta per la prima volta in ESX 3.5 Update 2, permette di incrementare la dimensione di un vmdk con la VM in funzione (e non richiede particolari licenze, visto che può funzionare anche nella versione gratuita). Ma una volta che il vmdk è stato incrementato, poi bisogna procedere ad estendere il filesystem del sistema operativo guest.

Per Windows vedere: How to expand a VMDK and extend a partition in for VMware ESX. Da notare che diskpart non funziona sul disco di sistema di Windows 2000/2003 o XP (al suo posto è possibile usare Dell Extpart) e che, a partire da Windows Vista, è possibile estendere il filesystem anche da interfaccia grafica (tramite il Disk Management snap-in).

Configure virtual machine options (similar as vSphere 4.x)

Vedere la vSphere Virtual Machine Administration Guide (pag. 11 e 80).

Configure virtual machine power settings (same as vSphere 4.x)

Vedere la vSphere Virtual Machine Administration Guide (pag. 171).

Configure virtual machine boot options (same as vSphere 4.x)

Vedere la vSphere Virtual Machine Administration Guide (pag. 173). Può essere anche gestito tramite vSphere Web Client.

Configure virtual machine troubleshooting options (similar as vSphere 4.x)

Vedere la vSphere Virtual Machine Administration Guide (pag. 176). Può essere anche gestito tramite vSphere Web Client.

Assign a Storage Policy to a virtual machine (new in vSphere 5)

Vedere la vSphere Virtual Machine Administration Guide (pag. 131).

Verify Storage Policy compliance for virtual machines (new in vSphere 5)

Vedere la vSphere Virtual Machine Administration Guide (pag. 131).

Determine when an advanced virtual machine parameter is required (similar as vSphere 4.x)

Questo punto non è chiarissimo, visto che esistono advances parameter specifici dei file vmx (e che di solito vengono editati a mano), o semplicamente il tab con le advanced virtual machine options (come ad esempio Mem/CPU hotplug, Boot Options, Fibre Channel NPIV, …).

Comunque, in entrambi i casi questi parametri dovrebbero essere usati solo se e quando servono.

Adjust virtual machine resources (shares, limits and reservations) based on virtual machine workloads (similar as vSphere 4.1)

Vedere la vSphere Resource Management Guide.

This post has already been read 1170 times.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2737 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share