Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 1 minute

Come probabilmente già saprete, una VM è “incapsulata” in un insieme di file che ne definiscono le proprietà e i vari oggetti. In particolare alcuni di questi file sono quelli che definisco i dischi virtuali. Ogni vendor ha un suo formato: VMware usa il formato VMDK e Microsoft & Citrix usano il formato VHD (con un nuovo formato VHDX previsto con Hyper-V3). Notare che poi vi possono esistere numero sotto-formati (è il caso, ad esempio, dei formati VMDK, che vedremo di spiegare in un post successivo).

Per convertire tra i vari formati è possibile usare dei too di conversione in grado di eseguire un virtual to virtual (V2V). Per importare file VHD in un ambiente vSphere 5 (o VMware Workstation), è possibile usare:

  • VMware Standalone Converter: funziona bene, ma la VM da convertire deve essere gestita da Hyper-V e la VM deve essere accesa.
  • Starwind Converter: l’aspetto interessante è che lavora direttamente sul disco, senza richiedere Hyper-V. Diventa quindi possibile convertire il VHD in un file VMDK e quindi importarlo nell’ambiente VMware.
  • WinImage: dalla versione Win Image 8.10 è possibile convertire tra alcuni tipi di file di dischi virtuali (per maggiori informazioni vedere questo howto in inglese).
Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2908 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share