Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 3 minutes

Alla fine le indiscrezioni che giravano da mesi, hanno trovato una conferma: oggi Quest ha annunciato un accordo per l’acquisizione da parte di Dell. Affare da 2.4 bilioni di dollari.

Da notare che fino ad ora, Quest aveva già effettuato varie acquizioni, tra le quali sono da citare:

E curioso come Dell si limite ad elencare come possibili vantaggi solo questi (pur affermando che sono solo un esempio):

  • The Quest One Identity and Access Management solution family adds to Dell’s very strong set of security assets with SonicWALL and Secureworks, creating a comprehensive set of security solutions to address important customer needs.
  • Quest’s Performance Monitoring solutions for applications, networks and databases address a rapidly growing need for our customers. Industry analysts have consistently ranked Quest Foglight as a leading application performance monitoring solution. Businesses of all sizes are looking to reduce their IT complexity and automate workloads for their IT departments. Customers worldwide leverage Foglight to continually monitor their IT environments, proactively identifying and remedying performance issues before they become bigger problems.
  • Quest’s Windows Server Management solutions complement Dell Services’ rapidly growing application modernization practice with recently acquired Clerity Solutions and Make Technologies.
  • Effective database management is critical to the successful operation of most organizations. Quest’s Database Management capabilities offer a strong complement to Dell’s enterprise offering. Today, millions of DBAs, developers, and analysts around the world rely on Quest’s database management tools to simplify their work.

A parte Foglight, i prodotti di Vizioncore (né tanto meno quelli di VKernel) non sono citati tra i possibili vantaggi… questo lascia pensare ad una semplice “dimenticanza”, o al fatto che potrebbero essere intgrati in prodotti già esistenti o all’eventualità (già un po’ più remota) che subiscano un processo di spin-off per vendere una parte di assett.

Ora la grossa sfida diventerà integrare, armonizzare e normalizzare i 228 (secondo alcuni numeri) prodotti software; che saranno sviluppati con linguaggi, frameworks, tecnologie, piattaforme diverse.

Questo richiedera tempo (come del resto richiederà tempo integrare questi prodotti nei listini prezzi Dell). Oltre al tempo saranno necessarie anche molte scelte fondamentali sui prodotti con la stessa funzione: ad esempio vRanger e AppAssure sono entrambi prodotti di backup, ma il primo è specifico per gli ambienti virtuali (ed è agent-less), il secondo utilizza un approccio system e image oriented… Potranno mai diventare un solo prodotto? Probabilmente no, poiché sono troppo diversi anche come concenzione. Ma potrebbe essere integrati (ad esempio vRanger potrebbe diventare l’agente “virtuale” di AppAssure) o semplicemente usare prodotti comuni (come ad esempio il DR4000).

Per gli annunci ufficiali vedere:

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2909 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Share