Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 4 minutes

VFD-LogoDurante il secondo giorno della terza edizione del Virtualization Field Day (#VFD3) una delle aziende che abbiamo incontrato (in qualità di delegati) è stata CommVault, un’azienda molto nota per le sue soluzioni nel mondo del backup e della data protection tradizionale e, ovviamente, adattatasi poi anche al mondo della virtualizzazione.

Semplicisticamente si potrebbe catalogarla come un’azienda di prodotti di backup (in effetti è nota soprattutto per quello che rappresenta il loro core business), ma più correttamente bisognerebbe definirli un’azienda impegnata nello sviluppo di soluzioni software per la gestione di tutti i tipi di dati. Paradossalmente nelle loro presentazioni al #VFD3 questa differenziazione e caratterizzazione non è stata (a mio parere), ben presentata concentrandosi troppo sulla parte di backup e soprattutto sulla parte di comparazione con altri prodotti (che però lascia spesso il tempo che trova).

L’argomento principe è stato CommVaultSimpana software (in particolare la versione 10 che include ben 300 nuove funzioni) e le funzioni specifiche, soprattutto per il mondo della virtualizzazione. Paradossalmente la parte più interessante è stata quella che non è disponibile on-line e che riguardava gli annunci in NDR delle prossime versioni.

Uno degli aspetti interessanti di Simpana è che è costruito da zero su una piattaforma e con un codice di base comune per una gestione integrata e omogenea dei dati e delle informazioni. Tutte le funzioni condividono le stesse tecnologie e lo stesso back-end per fornire i vantaggi ei benefici di un approccio per la protezione, la gestione e l’accesso ai dati.

Simpana offre protezione degli investimenti con una piattaforma software di base che è flessibile e modulare. Ogni modulo è licenziabile individualmente e nel complesso permettono di analizzare, replicare, proteggere, archiviare e ricercare i vostri dati.

Dall’altra parte questo ha comunque un potenziale rovescio della medaglia. In primo luogo l’intera infrastruttura potrebbe sembrare e a volte persino risultare troppo complessa (più di una volta ho sentito pre-sale CommVault che ribadivano di come non fosse solo un prodotto, ma di fatto fosse comunque necessario un progetto per definire cosa implementare). Questo rende anche meno appetibile la soluzione come una soluzione “a la carte”, benché vi siano forme di licenza pensare per semplificare l’offerta. E comunque le forme di licenza forse sono ulteriormente migliorabili.

In realtà esistono accordi di OEM con altri vendor e forme di vendita e proposizione più semplici, come ad esempio le soluzioni di tipo appliance (come ad esempio la soluzione Dell/CommVault DL2300); però stranamente queste problematiche, aspetti e soluzioni non sono stati trattati nel nostro incontro.

Il messaggio comunque è stato spiegato chiaramente: CommVault non è soltando un’azienda di software di backup e soprattutto la loro soluzione va oltre le funzioni di data protection, includendo anche funzioni di provisioning, archiviazione, capacity e cost planning, …

La storia dei prodotti di questa azienda testimonia il passaggio da semplice strumento di backup a strumento di gestione dei dati:

  • 1990 CommVault Galaxy: Backup & Recovery
  • 2000 Simpana: integrata Data Management
  • Today: ContentStore: Management Data Assets

Basti pensare che Simpana può fornire funzioni come:

  • Self Service Portal anche con supporto multi-tiering
  • RBAC per la gestione dei ruoli e permessi (tutte le informazioni sono poi memorizzate in AD)
  • Simpana IntelliSnap per eseguire il backup direttamente da snapshot di tipo storage (con numerosi storage supportati)
  • DASH engine, per ottimizzare funzioni a livello geografico (di fatto include un WAN accelerator e un sistema di tipo storage agnostic)
  • supporto ad infrastrutture cloud ibride
  • deduplica
  • archiviazione dei dati con accesso trasparente degli stessi
  • archiviazione delle VM non usate

Per maggiori informazioni (in inglese) vedere anche:

Disclaimer: Sono stato invitato a questo meeting da GestaltIT e che ha coperto i costi per il viaggio e l’alloggio. Ma non sono stato ricompensato in alcun modo per il mio tempo e non sono in obbligo di scrivere articoli riguardo all’evento stesso e/o gli sponsor. In ogni caso, i contenuti di questi articoli non sono stati concordati, rivisti o approvati dalle aziende menzionate o da altri al di fuori del sottoscritto.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2903 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share