Questo post è disponibile anche in: Inglese

VMware vCenter Standalone Converter segue di solito le versioni di VMware vSphere, benché non sia parte della stessa suite e quindi potrebbe essere aggiornato con tempi e modi diversi. Forse era meglio quando ne esisteva una versione abbinata a vCenter, ma oramai è diventato un prodotto a sé stante (a partire da vSphere 5.0 la versione Enterprise del Converter è stata rimossa).

Purtroppo ci sono alcuni possibili problemi che è meglio conoscere e considerare.

Il primo problema è abbastanza strano e purtroppo non ho avuto molto di tempo a disposizione per provare a riprodurlo e soprattutto a capire da cosa realmente dipende. Il fatto è che il Converter 5.5 sembra avere problemi a parlare con un vCenter Virtual Appliance (vCSA) anche lui in versione 5.5. Il messaggio di errore era:

An error occurred while opening a virtual disk. Verify that the converter server and the running source machines have a network access to the source and destination ESX/ESXi hosts

Curiosamente sulla Community VMware (VMTN) non ho trovato casi applicabili (il problema mi si è presentato circa un mese fa) e non è riportata neppure alcuna nota sulle release notes del prodotto.

Una possibile soluzione, sulla carta, potrebbe essere quello di puntare direttamente su uno degli host, anziché sul vCenter Server. Purtroppo questa soluzione non funziona con le versioni recenti, perché l’errore riportato è:

Converter5.5

The access to the host resource settings is restricted to the server IP that is managing the host. Use the management server as a destination.

In realtà più che un baco è un comportamento previsto e documentato: se si seleziona un host ESXi 5.x come destinazione del Converter questo non può essere gestito da un vCenter Server, altrimenti bisogna puntare direttamente (e solo) al vCenter Server. Maggiori informazioni si trovano nell’articolo di KB 2012310.

Rimane quindi un workaround non “bello” ma semplice: togliere temporaneamente un nodo dal cluster ed usarlo per le conversioni necessarie. Alla fine si può aggiungere di nuovo al cluster. In alternativa è anche possibile (e funziona) non rimuovere completamente il nodo, ma semplicemente disconnetterlo, eseguire le conversioni necessarie e poi ri-connetterlo ancora.

Rimane la stranezza del vCSA e sarei veramente cusioso di sapere se altri hanno avuto problemi con le 5.5 dei due prodotti.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2794 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share