Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 6 minutes

Nei post precedenti abbiamo visto cosa è il 3CX Phone System, come installarlo e come configurarlo. In questo post vedremo invece come utilizzare questo sistema, sia con telefoni VoIP che con soft-phone.

Uno dei punti di forza di questo prodotto è che include tutta la parte di phone provision per semplificare (e automatizzare dove possible) la configurazione dei telefoni IP. Per i telefoni VoIP veri e propri è possibile automatizzare il tutto (almeno per quelli supportati).

Per i soft-phone è possibile configurare automaticamente i client 3CX, tipicamente tramite file di configurazione allegato nella mail inviata automaticamente alla creazione di u nuovo interno.

Probabilmente c’è modo anche di gestire il tutto (almeno per il client Windows) tramite GPO, ma non ho ancora approfondito questa appossibilità.

Per quanto riguarda i vari client software, ho trovato quello Windows deciamente più funzionale di quelli iOS e Android: non tanto per le funzionalità o l’interfaccia dato che sono praticamente paritetici, ma per via di piccoli bug o comportamenti strani nelle versioni app. Ad esempio su Android (o almeno su un Samsung S5), la presenza funziona, ma non c’è modo di cambiarne lo stato; anche cambiare le impostazioni degli account non è proprio così naturale.

Ovviamente è possibile usare un qualunque client SIP (e ad esempio Android include già un client SIP nativo), ma l’uso del client 3CX permette l’accesso semplice a tutte le funzonalità. Non ho ancora avuto tempo di verificare quanto il client per iOS o Android incida sulla batteria, ma finora ho avuto brutte soprese con altri client e non mi aspetto miracoli (ad esempio il client SIP nativo di Android dimezza la durata della batteria, almeno sui telefoni dove l’ho provato).

Altro vantaggio del client 3CX è che 3CXPhone per Windows consente di controllare il telefono fisso dal desktop del PC: in modalità Telefono Fisso (CTI), 3CXPhone può controllare completamente un telefono fisso supportato (telefoni Fanvil, Htek, Snom e Yealink.). Le seguenti azioni possono essere eseguite in modalità remota sui telefoni da tavolo:

  • Avviare chiamate con un clic del mouse – senza ridigitare il numero di telefono.
  • Trasferimento della chiamata semplice.
  • Creare conference call con pochi clic del mouse.

Altrimenti, quando si utilizza la modalità SoftPhone tutte le chiamate saranno effettuate da e verso il client 3CXPhone. L’audio passerà attraverso il driver audio rilevato e configurato in 3CXPhone per Windows o il driver predefinita della periferica di Windows utilizzata per la registrazione o la riproduzione audio. L’integrazione con l’auricolare è disponibile solo quando si utilizza 3CXPhone per Windows in modalità softphone.

Per quanto riguarda la configurazione di tutto quello che riguarda il VoIP è un prodotto simile ad altri centralini software, con però il vantaggio di includere già nativamente molte funzionalità utili. Ad esempio la presenza che permette di vedere lo stato dei vari utenti (e anche se sono collegati in ufficio o fuori ufficio). Se non si dispone di un software di presenza già questo può essere un plus interessante (onestamente anche Skype, per esempio, ben si presta come software di presenza)..

Anche l’integrazione con la messaggistica, in particolare quella vocale è ben fatta ed inclusa nel prodotto. I messaggi sono facilmente visibili all’interno del client. L’unico aspetto migliorabile è secondo me la parte di ascolto dei messaggi stessi.

3CX-Message

Normalmente i messaggi vocali vengono registrati se l’utente rifiuta la chiamata o se non rispondo entro un certo numero di secondi. Ma il tutto è ovviamente configurabile.

Un altro grande vantaggio di questo prodotto, rispetto ai concorrenti, è la gestione dei telefoni “esterni”. Il client integra una funzione di connessione remota protetta per telefoni su Internet. Benché vi siano diverse modalità di configurare questa modalità, la più semplifce ed immediata è quella che prevede l’uso del 3CXTunnel:

Lato client basta abilitare una funzione e lato firewall basta configurare poche regole di firewall e NAT (vi sono già persino tutte le istruzioni per la maggior parte dei firewall, incluso pfSense). Il client prova le diverse modalità di connesione e “capisce” quando usare quella diretta (modalità ufficio) e quando usare quella tunnel (modalità fuori ufficio).

Ovviamente è tutto risolvibile anche usando una VPN, ma la complessità, soprattutto per gli utenti è decisamente maggiore.

Come scritto in precedenza la gestione stessa dei telefoni (sia quelli IP che quelli soft) è altrettando semplice e potente, con un completo controllo degli stessi:

Phone-Provisioning Phone-connections

E per quanto riguarda i telefoni tradizionali? La soluzione più ovvia è cambiarli con telefoni IP, ma non sempre è possibile. Molti PSTN gateway includo porte FXO utilizzabili per telefoni tradizionali o per FAX, ma la programmazione poi di questi interni spesso passa dal gateway. L’alternativa è utilizzare adattatori VoIP che però non sempre sono semplici da usare e/o configurare e non sempre si rivelano una scelta economica (oramai si trovano telefoni IP a prezzi decisamente interessanti).

Un’altra funzionalità molto interessante è la possibile integrazione con Skype… Si trova nella configurazione degli interni e si trovano sul sito vari link (ad esempio partendo da questa pagina). In questo caso però la documentazione non aiuta, visto che spesso è riferita a versioni precedenti del prodotto. Con la versione 12.5 sembra che sia possibile l’integrazione solo con Skype for Business (questo post in inglese dovrebbe essere quello ufficiale).

Per maggiori informazioni vedere anche guida utente (disponibile in diverse lingue inclusa l’Italiano).

Disclaimer: 3CX è stato uno sponsor ricorrente del mio blog, ma non sono in obbligo di scrivere articoli riguardo all’evento stesso e/o gli sponsor. In ogni caso, i contenuti di questi articoli non sono stati concordati, rivisti o approvati dalle aziende menzionate o da altri al di fuori del sottoscritto.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2908 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share