Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 7 minutes

Come avevo già scritto in un post precedente (VMware certification roadmap aggiornato) oramai sono disponibili diversi esami VMware in versione 6 (di fatto il livello VCP si è completato o si sta completando, visto che per la parte DCV stiamo comunque parlando di esami ancora in una fase beta).

Anche il livello VCP è cambiato parecchio (vedere VMware annuncia anche le nuove certificazioni) dato che ora è costituito da un “foundations exam” comune a tutti i percorsi e poi da un esame specifico per ogni singolo percorso.

Inoltre vi sono diverse modalità di aggiornamento e per il VCP6-DCV la più veloce (al momento) per chi è già VCP-DCV (e la certifica VCP non è scaduta) è quella di sostenere l’esame VMware Certified Professional 6 – Data Center Virtualization Delta Beta Exam.

Questi esami beta (per la prima volta sotto forma di beta pubblica) sono disponibili da 13 di aprile 2015 e, a differenza delle beta precedenti, sono fuori oramai da molte settimane (di solito ci si fermava a 2-3 settimane)… a dire il vero non ho neppure trovato la data di ritoro delle beta, ma ipotizzo sia prima della fine di maggio (visto che sui centri VUE l’esame beta non è più pianificabile dopo il 26 maggio).

L’ultima volta che ho fatto un esame VCP-DCV è stato a luglio 2011 (Esame VCP5 in beta) e un po’ per ragioni di tempo, un po’ perché mi sembrava una mossa iniqua solo per fare cassa (ma soprattutto perché avevo tempo prima della scadenza) avevo scelto di non fare del tutto l’esame VCP55-DCV delta. La scadenza l’ho poi estesa con l’esame VCIX-NV in barba alle forme di recertificazione forzate “coatte”.

Ero veramente indeciso se provare questo esame o lasciar pendere ed aspettare direttamente il VCIX-DCV, ma visto le data incerte di quest’ultimo e visto anche il prezzo stracciato del delta exam, ho deciso di provarlo.

Preparazione all’esame

Onestamente non ho avuto il tempo di prepararmi. Neanche il tempo di rivedere qualche lab o qualche documento. Diciamo che ci ho provato e vedremo come andrà. Ma il prezzo era talmente basso (di solito gli esami beta erano scontati del 50%, ma in questo caso è persino meno) che ho corso il rischio. Ero anche curioso di vedere come era l’esame.

Coem al solito la prima fonte di informazioni è l’Exam Blueprint, ma questa volta (sorpresa sorpresa) non c’è in forma di file PDF…. ma solo online (e abbastanza sintetico)… Non so è una scelta anche per il futuro o solo dettata per queste beta… ma mi auguro in una versione offline che può essere più comoda. O almeno integrare la versione online con maggiori informazioni.

Ovviamente non vi sono ancora domande di esempio (o almeno non sul sito di VMware)… niente mock exam.

Essendo un delta ci si potrebbe aspettare di dover studiare solo le novità di vSphere 6.0 ed in parte è così… aspettatevi domande sulle nuove funzionalità (anche se alcune sono completamente assenti), sulla nuova architettura del vCenter e tanti scenari di upgrade. Non mancano i soliti numeri massimi (pochi a dire il vero) la VSAN e vSphere Replication.

Ma l’esame non è solo sulla versione 6.0 (o almeno sulle sue novità)… è un delta solo in parte (meno della metà sono specifiche solo per la v6) dato che si trovano anche domande generiche su vSphere 5.x e persino domande ancora valide per la versione 3 del prodotto (quando ancora non si chiamava vSphere).

Logistica dell’esame

Oramai è diventata una consuetudine, ma ricordatevi che dovete prima richiede l’autorizzazione per questo esame e potrebber richiedere di più dei 15 minuti indicati. A quel punto è possibile pianificare l’esame in un centro (a differenza del delta 5.5 questo va sostenuto presso un centro ufficiale). Il costo della beta è di 50$ (stranamente e magnanimamente convertiti in 37€ di valuta, quindi un prezzo decisamente conveniente).

Mi auguro che prima o poi VMware consideri di gestire tutti gli esami VCP alla stregua dei VCA, ossia online, al limite in versione proctored da remoto (come già fanno altri vendor). Capisco per le beta e per gli esami di livello superiore, ma dover spendere ore per andare in un testing center per due ore di esame a risposte chiuse è abbastanza ridicolo al mondo d’oggi.

Come al solito l’esame è disponibile solo in inglese (o almeno non in italiano), con una durate totale di 75 minuti, ed il solito meccanismo di estensione del tempo (non ricordo se 30 o 15 minuti extra). Da durata comunque basta e avanza.

Domande dell’esame

Vi sono un totale di 50 domande… sarò invecchiato o è passato troppo tempo dall’ultimo VCP-DCV, ma le ho trovate abbastanza difficili ed impegnative.

Non tanto per la durata (anzi, secondo me bisogna o aumentare le domande a 60-70 o diminuire il tempo a disposizione), ma proprio per la complessità della domanda e per la presenza di risposte simili o apparentemente plausibili. Immagino vi siano stati anche degli errori in alcune domande dove proprio non sapevo cosa rispondere (almeno una sui resource pool NON aveva senso per i numeri e le configurazioni che erano in gioco).

Uno dei vantaggi rispetto alle beta precedenti è che la mole di domande è ragionevole e non le 300-400 domande delle ultime beta.

Per quanto riguarda la distribuzione delle domande secondo me non è stata soddisfatta… troppe domande inutili, troppe su alcuni argomenti, alcune funzionalità importanti della v6 che nemmeno sono trattate (o almeno non lo erano nel mio set di domande)… tanto troubleshooting (manco fosse un esame di livello VCIX) e tanto sui scenari di upgrade (giusto ma comunque sbilanciato visto il numero di domande).

E ripeto che da un delta exam mi aspettavo molte più domande specifiche sul vSphere 6.0 e non meno della metà come invece mi è capitato (capisco che vi sono concetti generali che bisogna sapere, ma non vedo il grande valore di dover fare dei calcoli, senza calcolatrice, su alberi complessi di resource pool).

Le domande sono tutte a risposta chiusa, con una sola risposta giusta (la selezione è un cerchio ed è esclusiva con le altre selezioni) o più di una (bisogna selezionare un quadrato). Nel caso di risposte multiple il numero è comunque indicato e camblato anche nella selezione (non si possono selezionare più risposte di quelle previste).

Alla pari di altri esami VCP è possibile scorrere le domande avanti, indietro e marcarle per la review finale.

Risultato dell’esame

Come ogni esame VMware in beta non c’è alcun risultato finel… quello lo si saprà tra (molti) mesi. Spero almeno che sia stata fatto insegnamento dagli errori precedenti e che si eviti di far uscire i risultati della beta dopo vari mesi dall’uscita dell’esame finale.

Dopo l’esame

C’è solo da aspettare e sperare. Alla peggio, se non lo passo, punterà direttamente al VCIX-DCV (che tanto dovrei comunque fare, almeno nella parte design).

Sarebbe simpatico se VMware rilasciasse anche dati statistici tipo questo (comunque vecchio) e possibilmente solo per i vari VCP6. Dubito che mai avverrà, ma rimane impressionante vedere come Gran Bretagna e Olanda siano una spanna avanti nell’IT (qua si valuta solo la certificazione VCP, ma è comunque un indice indiretto).

Altre esperienze

In questi blog post (in inglese) è possibile avere il punto di vista di altri che hanno sostenuto l’esame VCP6-DCV delta

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2907 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share