Questo post è disponibile anche in: Inglese

Red Hat acquisisce gli asset di Permabit, azienda che fornisce software di data deduplication, data compression e thin provisioning.

Con l’aggiunta delle funzionalità di deduplicazione e compressione dei dati di Permalink alla principale piattaforma enterprise Linux del mercato, Red Hat Enterprise Linux, Red Hat sarà in grado di consentire una migliore digital transformation grazie a opzioni storage più efficienti.

Avevo scritto un paio di post su Permabit (Add deduplication and compression to an Linux server e Permabit VDO 6 is available in GA) proprio perché la loro soluzione era abbastanza innovativa e andava a colmare una grande lacuna del filesystem Linux: l’assenza delle funzioni di deduplica e compressione (in realtà la compressione era stata prevista fin da subito come possibile attributo esteso di un file, ma la sua implementazione è sempre stata rimandata o ha lasciato a desiderare).

Permabit porta le funzioni di data reduction sui sistemi Linux, in modo semplice e funzionale.

Con la tecnologia di Permabit, Red Hat può aggiungere a Red Hat Enterprise Linux potenti caratteristiche di data deduplication e compression, con un conseguente aumento delle funzionalità relative su tutte le tecnologie storage e hybrid cloud di Red Hat, tra cui Red Hat OpenStack Platform, Red Hat OpenShift Container Platform e Red Hat Storage. In linea con il suo impegno verso soluzioni completamente open source e verso un’innovazione upstream-first, Red Hat intende rendere open source la tecnologia di Permabit. Questo permetterà alle aziende clienti di utilizzare un’unica piattaforma, supportata e completamente open, per incrementare l’efficienza dello storage, senza doversi affidare a tool eterogenei o personalizzati, e a sistemi operativi supportati in modo inadeguato.

Sarà comunque interessante vedere se Red Hat manterrà questa tecnologia indipendente dalla distribuzione (e magari anche OpenSource) in modo da aumentarne la diffusione e magare renderla mainstream nel prossimi kernel.

Non è previsto che l’operazione abbia alcun impatto materiale sulle indicazioni Red Hat relative al secondo trimestre fiscale, che finirà il 31 agosto 2017, o all’intero anno fiscale, che si chiuderà il prossimo 28 febbraio 2018.

This post has already been read 555 times.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2742 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share