Browsing Posts in Prodotti

VMware la rilasciato (ancora il 15 febbraio) una nuova versione della vCSA version: vCenter Server 6.5 U1f, che porta il build number a 7801515. In questa nuova versione della vCSA viene aggiornato il Photon contro due delle vulnerabilità relative alle problematiche Meltdown e Spectre. La nuova patch vCenter Server 6.5 U1f risolve le problematiche bounds-check bypass(Spectre-1, CVE-2017-5753) e rogue data cache load (Meltdown, CVE-2017-5754). Per la vulnerabilità branch target injection (Spectre-2, CVE-2017-5715) non c’è invece ancora nessuna patch. VMware ha aggiornato il documento VMSA-2018-0007, ma non ancora il VMSA-2018-0004.2 che riporta come ultima versione del vCenter il 6.5 is still 6.5U1e!

Rubrik ha annunciato l’acquisizione di Datos IO, importante azienda nel backup e recovery di database NoSQL e di file system di big data. Datos IO offre un approccio radicalmente innovativo alla gestione dei dati, aiutando le organizzazioni ad adottare il cloud in tutta sicurezza offrendo soluzioni che proteggono, mobilitano e monetizzano i propri dati, su vasta scala. L’acquisizione di Datos IO amplierà la presenza di Rubrik su database e applicazioni cloud mission-critical, sempre più spesso adottati dai team applicativi e DevOps di aziende di livello Fortune 500.

A maggio 2017, Dell EMC ha annunciato la nuova generazione dei server PowerEdge: la 14ma generatione, la prima con il nuovo logo Dell-EMC. Dopo meno di 3 anni dall’introduzione della Generazione 13 dei PowerEdge, la nuova Generazione 14 definisce un completo Dell EMC PowerEdge server portfolio adatto per soluzioni cloud, infrastrutturali, ma anche di analytics, calcolo e qualunque soluzione di tipo software-defined data center. Naturalmente la nuova serie non era completa fin dall’annuncio, ma mano mano sono stati aggiunti nuovo modelli e, di fatto la serie è oramai completa.

Veeam, come molti altri vendor, ha diversi tipi di licenze software, che dipendono dal tipo di prodotto e dal tipo di caso d’uso. Vi sono licenze per CPU sockets, tipiche per i server gestiti (ad esempio per il backup), ma anche per VM (tipiche delle soluzione offerte come servizio cloud), o istanza fisica (negli agenti), o istanze virtuali, o a spazio (quanto vi sarà il backup per i NAS), … Ma le licenze si possono classificare anche non in base a cosa viene licenziato, ma al come:

Meltdown e Spectre sono delle vulnerabilità alquanto serie che affliggono la maggior parte dei processori esistenti sul mercato, rendendo quindi potenzialmente attaccabili sistemi come personal computer, server, dispositivi mobile, ma anche molti servizi di tipo cloud. Purtroppo non esiste un modo semplice (e chiaro) per minimizzare l’impatto di questi due bug, anche perché bisogna applicare diverse patch a diversi livelli. Per gli ambienti VMware, come già scritto, esistono diversi tools per controllare la situazione (e anche alcuni tool per applicare le patch richieste).

Questo è un articolo realizzato per il blog di StarWind con l’obiettivo di fornire idee e spunti per valutare se aggiornare a vSphere 6.5 o meno. Per la versione in inglese, vedere il post originale. VMware vSphere 6.5 è, al momento, l’ultima versione della soluzione di virtualizzazione server di VMware, ma la nuova versione (che potrebbe essere una “minor release”) è già testabile che vuole partecipare alla beta pubblica (per chi è interessato c’è la pagina di registrazione: https://secure.vmware.com/43478_vSphere_Beta_Reg).

Red Hat ha annunciato di aver siglato un accordo definitivo per l’acquisizione di CoreOS, uno dei leader di mercato nelle soluzioni Kubernetes e container-native, per $250 milioni, importo soggetto ad aggiustamenti in fase di chiusura che non si prevede siano materiali. La transazione – che si perfezionerà a gennaio 2018 – dovrebbe impattare materialmente il quarto trimestre fiscale di Red Hat che si chiude il 28 febbraio 2018.

La domanda sembrerà banale, o quanto meno lo dovrebbe essere essere la risposta. Per togliere una VM da una vApp di vSphere basterebbe trascinarla fuori utilizzando il vSphere Web Client. Ma qua nascono le sorprese: sembra che il vSphere Web Client abbia alcuni bug in vSphere 6.5 (dove dovrebbe essere il client GUI primario o almeno quello più completo, come descritto nel post relativo ai diversi client in vSphere 6.5). Purtroppo sulle vApp non si comporta come dovrebbe ed in questo caso la colpa non dovrebbe di Flash (come successo qualche mese fa con il Flash bugs). Se state utilizzando le vSphere vApp (funzionalità che richiede un cluster […]

Vembu è un player nell’ambito del backup e data protection, magari ancora poco noto in Italia, ma con alle spalle una discreta storia e di (relativamente) recente approdato al mondo della virtualizzazione con soluzioni specifiche per gli hypervisor (VMware vSphere e Microsoft Hyper-V) e alcune soluzioni specifiche per cloud SaaS. Ovviamente ha anche soluzioni specifiche per il mondo fisico, da quale era nato. Vembu ha da poco rilasciato la nuova BDR Suite 3.9.0, una soluzione di backup e disaster recovery per VMware e Hyper-V che ora include ora anche il supporto per i tape (che […]

Nel corso dello scorso autunno, Red Hat ha condotto una ricerca realtiva all’adozione dei micro-services sui propri clienti di Red Hat JBoss Middleware e Red Hat OpenShift. La ricerca ha permesso di evidenziare come queste aziende stiano utilizzando i microservizi a loro vantaggio, quali vedono come benefici principali, quali problematiche esistono ancora e come possono essere superate, oltre a come i microservizi possano rappresentare un vantaggio competitivo. Chiaramente queste statistiche si riferiscono a uno specifico gruppo di clienti di Red Hat che utilizzano uno specifico set di strumenti adatti (o adattabili) ai microservizi. Però sono […]

VMware ha rilasciato una nuova versione di NSX-v, la versione di NSX per ambienti vSphere. Benché NSX 6.4 sia solo una minor release, la lista delle novità è decisamente significativa. Tra le novità più interessanti, c’è finalmente il supporto per il client in HTML5 (un altro piccolo passo verso la sua completa adozione) e funzionalità di firewall (distribuito) anche a livello 7. Purtroppo mancano ancora le funzionalità di load balacing di tipo distribuito (sarebbe un interessante valore aggiunto) e una chiara indicazione su quale versione tra NSX-v e NSX-t potranno rappresentare il futuro di NSX. Personalmente […]

La crescita di Veeam è sempre più inarrestabile e l’azienda ha da poco annunciato l’acquisizione di una nuova azienda: N2WS. La manovra è da $42.5M totalmente in cash, prova di forza e della solidità dell’azienda. Il nome N2WS magari non dirà molto in Italia, ma l’azienda è un provider leader nei servizi Enterprise di backup e disaster recovery cloud-nativi per Amazon Web Service (AWS).

Nel corso della sua lunga storia, VMware vSphere ha avuto tanti client diversi. A partire da primi client web per l’host (in ESX 2.x), per passare ai client “thick” per sistemi Windows (lo storico C# vSphere Client), fino a tornare ai client web. Ovviamente stiamo parlando dei client grafici, visto che invece la linea di comando ha sì avuto evoluzioni, ma è ben più stabile nel corso del tempo (ad esempio se guardiamo PowerCLI). Ad oggi il client considerato “completo” è il vSphere Web Client (a partire dalla versione 5.1 le nuove funzionalità sono state […]

PowerShell Core 6.0 è la nuova versione di Microsoft PowerShell, il potente linguaggio di scripting ampiamente adottato nei sistemi Microsoft (e non solo). All’inizio questo linguaggio era specifico per i soli sistemi operativi Microsoft Windows, ma di recente è stato aperto ad altri sistemi operativi (Windows, macOS e Linux) ed è diventato open-source. PowerShell Core è basato sul runtime .NET Core 2.0, anch’esso portabile cross-platform.

© 2018 © 2013 vInfrastructure Blog | Hosted by Assyrus