Browsing Posts in Design

Reading Time: 4 minutesSono passate appena alcune settimane dal rilascio di NAKIVO v7.5 con il supporto per vSphere 6.7, ma ora, complice il VMworld US 2018, NAKIVO ha annunciato una nuova versione 8.0 del suo prodotto Backup & Replication. Questa nuova versione aggiunge una nuova funzionalità: Site Recovery, pensata per migliorare e implementare meglio un piano di business continuity.

Reading Time: 5 minutesQuest’anno sarà ricordato, informaticamente parlando, come dei bug ai microprocessori. Si è iniziato subito ai primi di gennaio con gli annunci dei bug Spectre e Metldown ma poi si è continutato tutto l’anno. Prima per i goffi tentativi di sistemare i bug citati, ma poi anche per l’incombedere di nuove varianti dei bug. Si pensi che si è arrivati a Spectre V4 e V5! Ma è di pochi giorni l’annuncio di un nuovo bug. Di nuovo a livello hardware, di nuovo su processori presenti nel mercato da diversi anni, inclusi ultimi modelli (che ovviamente sono […]

Reading Time: 3 minutesNAKIVO è un’azienda americana (anche se ha origini russe) che nel corso degli anni (è stata fondata nel 2012) ha sviluppato un’interessante soluzione di backup per ambienti VMWare vSphere, Microsoft Hyper-V, e anche per alcuni ambienti cloud. Dopo aver rilasciato NAKIVO Backup & Replication v7.4 in Aprile 2018, ora hanno rilasciato la nuova release v7.5 che aggiunge il supporto ufficiale a VMware vSphere 6.7, come pure aggiunge nuove funzionalità. L’elenco delle novità è il seguente:

Reading Time: 2 minutesSolo qualche mese, Rubrik aveva annunciato il lancio ufficiale di Polaris, una piattaforma SaaS pensata per il Data Management e le applicazioni relative. Su questa piattaforma sono state realizzate diverse soluzioni e applicazioni ed ora è stata annuncitata la disponibilità di Radar, la più recente applicazione di data management basata sulla piattaforma SaaS Polaris che sfrutta il machine learning per analizzare i comportamenti pericolosi, accelerando il modo in cui le imprese mitigano gli incidenti lato sicurezza dei dati. In caso di un attacco, come ad esempio un ransomware, le aziende possono minimizzare le interruzioni di […]

Reading Time: 3 minutesDopo un lungo periodo di attesa, finalmente la nuova versione di Veeam Backup for Microsoft Office 365 con i tanto annunciati (e attesi) supporti per SharePoint e OneDrive (Business). La prima versione di Veeam Backup for Microsoft Office 365 risale a novembre 2016 e ha permesso di proteggere le email di Office 365, ma soprattutto i lasciare la libertà e semplicità per il restore, con strumenti del tutto simili a quelli di Veeam Backup & Replication (in realtà gli stessi per il restore granulare).

Reading Time: 3 minutesDurante il Dell Technologies World 2018 non sono mancati innumerevoli annunci di prodotti nuovi o nuove versioni di prodotti esistenti. Nel campo dello storage, non poteva mancare un prodotto di punta e questo è rappresentato dal succere di VMAX che è PowerMax. Benché tragga spunto dall’architettura del VMAX (che a sua volta era il successore del Symmetrix), il nuovo Dell EMC PowerMax è un progetto sostanzialmente nuovo disegnato sulla base dello stato dell’arte tecnologico e su quelle che si prospettano essere le nuove tendenze.

Reading Time: 2 minutesUnitrends ha annunciato il rilascio di una nuova soluzione di backup, nativa per ambienti VMware, ed espressamente pensata per le piccole medie imprese (PMI). Questo prodotto si chiama VM Backup Essentials (vBE), un po’ sullo stile dei nomi di VMware (considerando anche la morte di VDP). Questo nuovo prodotto include differenti funzionalità di fascia medio (alta), in un pacchetto full-optional licenziato secondo un modello a subscription: $105 per socket per anno.

Reading Time: 2 minutesOra che il problema di Meltdown and Spectre è stato quasi del tutto sistemato, compare una nuova criticità su molti processori Intel. Quattro ricercatori di altrettante università, la College of William and Mary, la Carnegie Mellon University, la UC Riverside e la Binghamton University, hanno individuato una nuova possibile falla dei processori, chiamata BranchScope. Come per le vulnerabilità precedenti rientra nella categoria “speculative execution” e la feature di “branch prediction” (Branch prediction units) dei moderni processori, un sistema predittivo per anticipare le possibile operazioni da effettuare al fine di risponderne più velocemente.

Reading Time: 3 minutesAltaro è un’azienda con un’interessante soluzione di backup specifica per ambienti virtuali VMware vSphere o Microsofto Hyper-V, caratterizzata da un basso costo (adatta soprattutto a realtà PMI). Dopo un lungo periodo di beta, con numerose build, ora è disponibile la nuova versione 7.6.4 di Altaro VM Backup.

Reading Time: 3 minutesVMware la rilasciato (ancora il 15 febbraio) una nuova versione della vCSA version: vCenter Server 6.5 U1f, che porta il build number a 7801515. In questa nuova versione della vCSA viene aggiornato il Photon contro due delle vulnerabilità relative alle problematiche Meltdown e Spectre. La nuova patch vCenter Server 6.5 U1f risolve le problematiche bounds-check bypass(Spectre-1, CVE-2017-5753) e rogue data cache load (Meltdown, CVE-2017-5754). Per la vulnerabilità branch target injection (Spectre-2, CVE-2017-5715) non c’è invece ancora nessuna patch. VMware ha aggiornato il documento VMSA-2018-0007, ma non ancora il VMSA-2018-0004.2 che riporta come ultima versione del vCenter il 6.5 is still 6.5U1e!

Reading Time: 5 minutesLinux Kernel 4.15 è stato rilasciato il 28 gennaio 2018, dopo un lungo ciclo di sviluppo, tanto da arrivare alla RC9, cosa che non succedeva dal 2011. Questa versione è la prima che contiene specifiche ottimizzazioni e soluzioni specifiche per Meltdown e Spectre issues (benché anche alcuni kernel precedenti avessero alcune protezioni). Notare che in realtà i problemi sono tre problemi distinti: Meltdown è uno, ma poi ci sono due varianti di Spectre (note come v1 e v2). Il Kernel 4.15 al momento manca ancora mancano ancora dei fix per ARM e per la variante 1 […]

Reading Time: 6 minutesMeltdown e Spectre sono delle vulnerabilità alquanto serie che affliggono la maggior parte dei processori esistenti sul mercato, rendendo quindi potenzialmente attaccabili sistemi come personal computer, server, dispositivi mobile, ma anche molti servizi di tipo cloud. Purtroppo non esiste un modo semplice (e chiaro) per minimizzare l’impatto di questi due bug, anche perché bisogna applicare diverse patch a diversi livelli. Per gli ambienti VMware, come già scritto, esistono diversi tools per controllare la situazione (e anche alcuni tool per applicare le patch richieste).

© 2018-2011 vInfrastructure Blog | Disclaimer & Copyright