Browsing Posts in Veeam

Passato il VeeamON 2018, iniziano diversi eventi itineranti, tra cui il VeeamON Forum Italia previsto per il giorno giovedì 7 giugno nell’Autodromo di Monza (ENI Circuit). Se non siete stati a Chicago per il VeeamON, l’evento è imperdibile visto che darà l’opportunità di conoscere le novità, ma anche di calzarle sulla realtà italiana.

In questi giorni negli Stati Uniti si volge svolge l’evento VeeamON 2018, dal 14 al 16 di marzo, presso il McCormick Place, a Chicago. Di sicuro sarà un evento importante e rilevante, considerando anche comunque in questi anni Veeam sia cresciuta sia nel portafoglio prodotti, ma anche per quando riguarda il mercato passando a leader nel mercato PMI a leader nel mercato Enterprise.

Dopo un lungo periodo di beta, Veeam annuncia la versione 1.0 di Veeam Availability Orchestrator (VAO), una soluzione per creare e gestire disaster recovery in modo automatizzato. Annunciato durante lo scorso VeeamON, il prodotto è pensato per ambienti medio-grandi che hanno non solo necessità di replicare le proprie macchine virtuali all’interno di un altro datacenter, ma che devono anche produrre documentazione utile ad attestare le attività svolte e le procedure da seguire in caso di failover, automaticamente aggiornata e ripubblicata in base ai cambiamenti dell’ambiente.

Veeam, come molti altri vendor, ha diversi tipi di licenze software, che dipendono dal tipo di prodotto e dal tipo di caso d’uso. Vi sono licenze per CPU sockets, tipiche per i server gestiti (ad esempio per il backup), ma anche per VM (tipiche delle soluzione offerte come servizio cloud), o istanza fisica (negli agenti), o istanze virtuali, o a spazio (quanto vi sarà il backup per i NAS), … Ma le licenze si possono classificare anche non in base a cosa viene licenziato, ma al come:

La crescita di Veeam è sempre più inarrestabile e l’azienda ha da poco annunciato l’acquisizione di una nuova azienda: N2WS. La manovra è da $42.5M totalmente in cash, prova di forza e della solidità dell’azienda. Il nome N2WS magari non dirà molto in Italia, ma l’azienda è un provider leader nei servizi Enterprise di backup e disaster recovery cloud-nativi per Amazon Web Service (AWS).

Nella giornata di ieri (19 dicembre 2017), Veeam ha rilasciato diverse nuove versioni (benché si tratti in molti casi di “minor” version) dei suoi prodotto di punti per la availability. Benché non si tratti di major release (a parte l’agente per Linux), si tratta comunque di rilasci importanti che corrispondono a nuove funzionalità (alcune in origine previste per la versione 10 di Backup & Replication). Questi i nuovi prodotti che sono stati rilasciati:

VeeamON è il grande evento mondiale di Veeam e attualmente è giunto alla terza edizione (vedi il report dell’ultima), ma finora si svolto sempre e solo negli Stati Uniti. Invece, il il VeeamON Tour è un’evento più piccolo (un solo giorno) ma itinerante nelle principali città del mondo. Ma non solo, come accaduto l’anno scorso, il 5 dicembre si svolgerà un evento speciale VeeamON Tour Virtual: direttamente on-line con il tema sul futuro dell’Availability.

Durante lo scorso Nutanix .NEXT event svoltosi a Washington DC, Veeam Software e Nutanix hanno annunciato una nuova partnership nella quale Veeam diventa Premier Availability solution provider for Nutanix virtualized environments. Cosa significa in pratica? In primis che Veeam diventa un Strategic Technology Partner all’interno del Nutanix Elevate Alliance Partner Program (e probabilmente si vedrà qualcosa di reciproco all’interno del programma tecnologico di Veeam). Ma, e questo è l’announcio più importante, che Veeam si impegna a supportare l’hypervisor di Nutanix, AHV.

Archiviato il VeeamON 2017, come di consueto partono i vari VeeamON Forum itineranti in diverse città europee (anche per compensare la mancanza di un vero e proprio evento VeeamON europeo). Quest’anno il VeeamON Forum Italia 2017 sarà l’unico evento in Italia interamente dedicato a risolvere le sfide per offrire la disponibilità di TUTTE le applicazioni e TUTTI i dati ed è ideato per mettere in contatto esperti IT e professionisti di grande rilievo a livello nazionale per comprendere come garantire l’Availability for the Always-ON Enterprise™.

Veeam ha da poco rilasciato al pubblico l’Update 2 per Veeam Backup & Replication 9.5 che include diverse fix, miglioramenti, ma anche nuove funzionalità. Tra le novità più importanti troviamo:

Dopo un periodo di beta, è da poco disponibile in GA la versione 2.0 di Veeam Agent for Windows, la soluzione di backup per ambienti fisici client e server basati su Windows. Il prodotto andrà a sostituire Veeam Endpoint 1.5 e affiancarsi al Veeam Agent for Linux. Rispetto all’endpoint per Windows, non si tratta solo di un cambio di nome, ma dell’aggiunta di numerose nuove funzionalità.

L’esame VMCE-A1: Design & Optimization V1 (VMCE-A1) è l’ultimo requisito per completare la certificazione Veeam Certified Architect (VMCA) designation, dopo aver seguito il corso VMCE-A: Design & Optimization V1. Rispetto all’esame VMCE è decisamente più tosto, del resto la certificazione stessa vuole posizionarsi ad un livello superiore. Come per l’esame VMCE, va sostenuto presso un centro Pearson VUE riconosciuto (gli stessi del VMCE) e si avranno a disposizione 100 minuti di tempo (sarebbero 70, ma in Italia si ha diritto all’estensione del tempo di ulteriori 30 minuti). Se gestito bene, il tempo non è un […]

Veeam ha annunciato la disponibilità di licenze NFR (Not for Resale) gratuite (per 1 anno e fino ad un massimo di 10 utenti) del nuovo prodotto Veeam Backup for Microsoft Office 365. Le licenze sono disponibile per tutti i VMware vExpert, Microsoft MVP, VTEC member, Certified Engineer e Trainer e sono destinati ad ambienti non‑production ma senza limiti di funzionalità (utiler per lab, ma anche per gli MVP per proteggere i propri dati sull’account Office 365). Per richiedere la licenza, basta registrarsi a questo link.

Veeam ha da poco ufficializzato l’elenco dei Veeam Vanguard 2017. Il programma Vanguard ricalca lo stile del VMware vExpert o (del ben più storico) Microsoft MVP, ed è composto da un gruppo selezionato ed elitario di persone delle varie community ed che in comune hanno ovviamente la conoscenza dei prodotti Veeam. Rispetto ad due programmi menzionati è sicuramente più selettivo e, secondo me, gestito al meglio. Nella prima tornata (2015) vi erano solo 31 professionisti. Nel terzo anno vi sono comunque solo 40 persone!

© 2018-2011 vInfrastructure Blog | Hosted by Assyrus