Questo post è disponibile anche in: Inglese

Nel post precedente abbiamo visto i passi necessari ad un corretto upgrade a VMware View 5.1. In questo post vediamo di aggiungere alcuni commenti e note.

Event DB

Se è già stato configurato in View 4.6 o 5.0, allora non sarà necessario riconfigurarlo o aggiornarlo. La procedura di upgrade è in grado di gestire e mantenere le configurazioni esistenti.

Connection Server

Come anche negli upgrade precendenti, la procedura di aggiornamento in realtà è la stessa di una nuova installazione. Rispetto però alle versioni precedenti vi sono alcune nuove schermate che meritano un commento.

Ad esempio vi sono due nuove schermate, una che riporta il warning relativo alla nuova gestione dei certificati (commentata precedentemente), un’altra che richede una password particolare chiamata “data recovery password” (richiesta per ripristinare l’alberto LDAP di View):

La schermata delle porte del firewall è invece la solita. Alla fine vi è una nuova schermata relativa al User Experience Feedback:

Secure Server

L’aggiornamento è anche qua una nuova installazione che richiederà una nuova paring password. Però tutte le external URL sono riproposte correttamente (a differenza degli aggiornamenti precedenti, dove mi pare di ricordare che venissero reimpostate).

Rispetto all’aggiornamento del Connection Server, qua il riavvio dei servizi comporta sicuramente un blocco delle connessioni già instaurate sul server. Se disponete di un solo Secure Server dovete pianificare qualche minuto di down. Quando i servizi ripartono i desktop saranno esattamente nel punto precedente.

Come scritto nel primo post (VMware View 5.1 upgrade path – Check-list) sembra che a partire dalla 5.1 i futuri aggiornamenti dei Secure Server richiederanno una nuova procedura.

Composer

Non ho riscontrato particolari problemi con l’aggiornamento in-place che risulta estremamente semplice. Notare che il software rimane comunque a 32 bit.

Durante l’installazione è possibile mantenere il database esistente, come pure l’eventuale certificato del Composer.

This post has already been read 948 times.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2735 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share