Questo post è disponibile anche in: Inglese

L’edizione 2014 primaverile dell’evento (europeo) E2EVC si è da poco concluso ed è ora di bilanci e conclusioni finali.

E2EVCIl E2EVC Virtualization Conference è un evento sulla virtualizzazione completamente indipendente e prettamente tecnico (e non-commerciale), creato da esperti per esperti nel puro stile delle community.

L’edizione numero 22 (contando anche l’edizione USA di poche settimane fa) si è svolta dal 30 maggio al 1° giugno 2014 a Bruxelles, come di consueto dal venerdì (in questo casi iniziando pure presto) alla domenica (con la conclusione nel primo pomeriggio).

Per me è stata la seconda partecipazione a questo evento (l’anno scorso ho partecipato al E2EVC XX di Roma) e posso confermare le varie motivazioni che possono portare a partecipare ad un evento come questo.

In primis i contenuti di questi giorni che prima di tutto possono ritenersi formativi ed informativi: l’agenda è decisamente ricca, con buoni speaker e soprattutto una buona scelta di contenuti. In fondo è raro poter scegliere tra contenuti su diverse tecnologie e di diversi vendor, il tutto in una stessa conferenza. Persino le sessioni dei vendor (presenti come sponsor, visto che l’evento copre i costi in parte con le fee dell’evento e in parte con gli sponsor) non sono affatto commerciali, ma decisamente tecniche ed spesso molto interessanti.

Personalmente ho apprezzato (esattamente come nel precedente evento) la sessione di Helge Klein sul suo prodotto UberAgent, in particolare per il suo approccio e il modo di gestire la presentazione (questa volta i “goodies” erano solo alle domande, ma questo ha contribuito a rendere molto interattiva la sua sessione). Per altre ragioni ho apprezzato la sessioni di Andrew Wood, con la discussione Citrix XenClient vs. VMware Mirage (discussione che è stata molto obiettiva ed onesta, oltre che chiara e quella di  Wilco van Bragt e Freek Berson sul confronto tra RDS vs. XenApp/XenDesktop (con la curiosa idea di gestire il tutto con un approccio Agenda as a Service).

Per i contenuti ho poi gradito molte altre sessioni, come ad esempio, quella di Mike Resseler sulla deduplica in Windows Server, o quella di Aidan Finn su come implementare uno storage con Windows Storage Spaces o quella di Benedict Berger sull’implementazione di un automatismo per il site disaster recovery di Microsoft Hyper-V.

In generale poi i vari nomi “ricorrenti” negli eventi E2EVC hanno dimostrato il loro spessore con sessioni di valore, come ad esempio la super-sessione (di 2 ore) di Thomas Maurer e Michael Rüefli.

Oltre che per le sessioni, poi questo evento si distingue dal livello tecnico delle persone che vi partecipano e sicuramente rappresenta un valido motivo per parteciparvi: ascoltare (o partecipare attivamente) ad una discussione durante le domande nelle sessioni, o anche al di fuori delle sessioni è decisamente interessante. Magari il discorso si infrange su posizioni un pochino “polarizzate”, ma spesso invece si arriva a discussioni molto costruttive ed interessanti.

Per quanto riguarda gli aspetti negativi sono praticamente gli stessi della volta scorsa: la connessione Wi-Fi (ma capisco quanto sia difficile trovare una connessione, in un albergo, adatta alle esigenze sempre crescenti di un centinaio di utenti) e il cibo (anche in questo caso i panini erano gli stessi in entrambi i pranzi, un po’ monotono). Magari anche l’agenda potrebbe essere migliorata (per evitare cambiamenti all’ultimo minuto.

Più difficile dire se fare l’evento nel week-end sia più un pro o un contro. A favore sicuramente il fatto di non “sacrificare” troppi giorni di lavoro e che almeno il sabato e la domenica si hanno poche chiamate o richieste lavorative. Di contro, si torna sicuramente cotti (dopo una full-immersion) e si deve iniziare da zero una nuova settimana (in questo caso in realtà non era un problema per me, visto che il 2 giugno era festa). Se proprio devo scegliere sono più a favore di questa scelta, visto che comunque è uno dei fattori caratteristici che differenziano questo evento dagli altri.

Per altri commenti (in inglese) all’evento, vedere anche:

Il prossimo E2EVC 2014 (l’edizione di autunno) sarà a Barcellona nel periodo 23-26 ottobre 2014 (da notare che questa volta sarà un evento di tre giorni) presso il Novotel Barcelona City. Giovedì inizierà alle 10.00 con diverse Master Class e Workshop (sono previsti 3 o 6 MasterClass & Workshop su diversi argomenti tra cui XenMobile, NetScaler 10.5, XenApp/XenDesktop ed altro ancora da definire), mentre il venerdì alle 10.00 (fino a sabato alle 13.00) si svolgerà l’evento “consueto”. Tra l’altro pare che questa volta le Master Class non avranno costi aggiuntivi e quindi diventa un motivo in più per partecipare (per registrarsi usare l’apposita form).

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2794 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share