Questo post è disponibile anche in: Inglese

La nuova release del prodotto di virtualizzazione server di Citrix è stata rilasciata il 30 settembre 2011 (XenServer 6.0 is here! ). Per ulteriori informazioni vedere anche le Release Notes for Citrix XenServer 6.0.

Architectural Changes:

  • XenServer è basato sull’hypervisor Xen 4.1.
  • Lo stack di rete standard è basato su Open vSwitch (OVS). OVS è stato introdotto per la prima volta il XS 5.6 FP1 come opzione post-installazione ed è l’equivalente dei distributed virtual switch (DVS) di VMware.
  • Il support per le ottimizzazioni di rete hardware-assisted (SR-IOV) è stato migliorato, in particolare abbinato ai prodotti NetScaler VPX e SDX products.

Product simplification:

  • L’infrastruttura di management per alcune componenti come Workload Balancing, StorageLink e Site Recovery è stata semplificata.  Ad esempio per for StorageLink e Site Recovery non serve aggiungere altre componenti.
  • Workload Balancing è disponibile come Linux-based virtual appliance (in precedenza era un’applicazione Windows).

Virtual Appliance and V2V improvements:

  • Virtual Appliance support: inteso come equivalente delle vApps di VMware, con relazioni tra le varie virtual appliance.
  • Le funzioni di VMDK e VHD import sono ora integrate in XenCenter.

Guest OS support updates:

  • Formal guest support for Ubuntu 10.04
  • Updates for support of RHEL 5.6, Oracle Enterprise Linux 5.6, Oracle Enterprise Linux 6.0, CentOS 5.6, and SLES 10 SP4
  • Experimental VM templates for Ubuntu 10.10, CentOS 6.0, and Solaris
  • RHEL 6.0 and Debian Squeeze are fully supported (these are also supported with XS 5.6 SP2)

Performance Improvements:

  • XenServer 6.0 sarà incluso nelle versioni future di NetScaler SDX, in modo da ottimizzare tramite XenServer SR-IOV le prestazioni del virtual networking.
  • Le prestazioni di rete dell’host (dom0) sono incrementate del 70-100%.
  • Miglioramento delle prestazioni di XenMotion (la funzione di migrazione a caldo delle VM), specialmente se confrontato con XenServer 5.6.0.

Other enhancements and improvements:

  • High Availability (HA) permette ora di configurare una sequenza di boot di recovery, e supporta anche l’heartbeat su NFS.
  • Il NIC bonding (l’equivalente del NIC teaming) è stato migliorato.

 Comparazione con vSphere 5.0:

XenServer 6.0
vSphere 5.0
Max logical physical processor per host 64 160
Max RAM per host 1 TB 2 TB
Max vCPU per VM 16 vCPU 32 vCPU
Max vRAM per VM 128 GB 1 TB

This post has already been read 8024 times!

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (1594 Posts)

Virtualization & Cloud Architect. VMUG IT Co-Founder and board member. VMNT Moderator and VMware vExpert (2010, 2011, 2012, 2013). Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA.


Share