Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 8 minutes

Red Hat, Inc., in occocasione del Red Hat Summit 2013, ha annuciato varie novità: la disponibilità globale di Red Hat Enterprise Virtualization 3.2, nuove linee di prodotto basate su OpenStack per realizzare la sua vision di Open Hybrid Cloud, una certificazione dedicata e un marketplace di soluzioni certificate.

Red Hat Enterprise Virtualization 3.2

Pensata per rispondere alle crescenti richieste del mercato di soluzioni di virtualizzazione open, che non scendano a compromessi su prestazioni, scalabilità, sicurezza o funzionalità. Red Hat Enterprise Virtualization è anche un elemento chiave della Red Hat Cloud Infrastructure, che combina le tradizionali funzionalità di virtualizzazione del datacenter fornite da Red Hat Enterprise Virtualization, un’infrastruttura cloud-enabled offerta da Red Hat OpenStack e la gestione dell’hybrid cloud resa possibile da Red Hat CloudForms, per offrire una soluzione completa di open hybrid cloud ai clienti che intendono adottare infrastrutture ed applicazioni abilitate al cloud insieme alle loro infrastrutture tradizionali, con la libertà di migrare nel tempo, seguendo le proprie necessità.

Red Hat Enterprise Virtualization 3.2 introduce una serie di nuove funzionalità, tra cui:

  • Pieno supporto alla funzione di Storage Live Migration, che permette alle immagini delle macchine virtuali di essere trasferite da un dominio storage all’altro senza interruzioni di servizio;
  • Supporto ai più recenti processori di Intel e AMD, tra cui le serie Intel Haswell ed i processori AMD Opteron G5;
  • Miglioramenti a livello di storage management, networking management, fencing e power management, Spice console enhancement, logging e monitoraggio, e molto ancora.

Nuovi plug-in di terze parti

Caratteristica fondamentale di Red Hat Enterprise Virtualization 3.2 è la disponibilità di un nuovo framework per i plug-in di terze parti. Sviluppato in collaborazione e con il contributo dei vendor e della community, questo framework consente a terze parti di integrare nuove funzionalità direttamente all’interno dell’interfaccia utente di gestione di Red Hat Enterprise Virtualization. Nuove voci del menu, pannelli e finestre di dialogo permettono agli utenti di accedere alle nuove funzionalità nello stesso modo in cui venivano utilizzate le funzioni native di Red Hat Enterprise Virtualization. Il framework continua ad evolvere sulla base delle richieste dei vendor e della community, ed ogni vendor può scegliere se utilizzarlo per aggiungere funzionalità specifiche a Red Hat Enterprise Virtualization.

Red Hat sta già collaborando con diversi leader di mercato per integrare le loro soluzioni con Red Hat Enterprise Virtualization attraverso il nuovo plug-in, comprese soluzioni di alta disponibilità e disaster recovery da parte di NetApp, Symantec e Insight Control di HP:

  • NetApp: La Virtual Storage Console (VSC) per Red Hat Enterprise Virtualization contribuisce a migliorare l’efficienza riducendo costi e complessità in un ambiente virtuale utilizzando storage NetApp. VSC offre una gestione integrata dello storage virtuale, compreso un rapido provisioning dei domini ed il cloning di centinaia di macchine virtuali, permettendo agli amministratori Red Hat di accedere ed eseguire tutte queste funzionalità utilizzando l’interfaccia standard di gestione di Red Hat Enterprise Virtualization. NetApp sta attualmente accettando candidature per il beta program di VSC per Red Hat Enterprise Virtualization.
  • Symantec: Veritas Cluster Server di Symantec, soluzione completa per disaster recovery ed high availabilty, supporterà gli ambienti Red Hat Enterprise Virtualization 3.2. Una volta completata l’integrazione, Veritas Cluster Server offrirà un’orchestrazione immediata ed intuitiva del disaster recovery e, assieme alla funzione Veritas Operations Manager Recovery Plan, automatizzerà completamente il processo di failover di un ambiente Red Hat Enterprise Virtualization su un sito di disaster recovery. Questo comprende guest, riconfigurazione del guest network e dello storage. Veritas Cluster Server è progettato per offrire alta disponibilità e disaster recovery per applicazioni personalizzate, database ed applicazioni complete multilivello in ambienti fisici e virtuali su ogni distanza.
  • HP: Insight Control per Red Hat Enterprise Virtualization, un nuovo plug-in attualmente in fase di sviluppo da parte di HP per consentire alle implementazioni basate su server HP ProLiant di accedere alle numerose informazioni fornite dalla piattaforma HP Insight Control.

Nuove linee di prodotto

La nuova offerta comprende Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform, soluzione che funge da base per utenti cloud avanzati che intendono creare un cloud basato su OpenStack, e Red Hat Cloud Infrastructure, offerta completa pensata a supporto delle aziende nel passaggio  dalla tradizionale virtualizzazione del datacenter a cloud basate su OpenStack.

Queste nuove linee di offerta si basano sulle soluzioni open source di livello enterprise di Red Hat, forti del supporto eccellente di Red Hat, della collaborazione di un esteso ecosistema di partner tramite il Red Hat OpenStack Cloud Infrastructure Partner Network, e sono progettare per rendere ancora più semplice l’adozione di OpenStack da parte delle aziende.

Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform combina la potenza di Red Hat Enterprise Linux alla piataforma cloud OpenStack, per realizzare una base scalabile e sicura per la creazione di un cloud pubblico o privato. Red Hat Cloud Infrastructure permette alle aziende di implementare una soluzione Infrastructure-as-a-Service (IaaS) adatta sia alle applicazioni tradizionali che alle emergenti applicazioni cloud-aware, con una soluzione aperta di cloud management in grado di coprirle entrambe. Con Red Hat Cloud Infrastructure, le aziende possono passare ad un’architettura applicativa cloud-aware nei termini che desiderano: con il loro ritmo, con le loro policy IT e sotto il loro controllo.

Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform

Progettato per rispondere alle necessità di utenti cloud avanzati, aziende di telecomunicazione, Internet service provider (ISP) e fornitori di servizi di public cloud, Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform integra il primo sistema Linux enterprise al mondo con la piattaforma infrastrutturale cloud in più veloce crescita per dare alle aziende l’agilità sufficiente per scalare e rispondere velocemente alle richieste dei clienti, senza dover scendere a compromessi su disponibilità, sicurezza e prestazioni.

Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform è un’offerta a sottoscrizione unica, che comprende:

  • Red Hat Enterprise Linux Server, che offre una base sicura e certificata per eseguire workload server (nodi computazionali, nodi storage e nodi di controllo) OpenStack oltre ad un sistema operativo Linux ad alte prestazioni per le macchine virtuali guest;
  • Red Hat OpenStack, che offre una piattaforma altamente scalabile e fault tolerant ottimizzata ed integrata con Red Hat Enterprise Linux per lo sviluppo di un cloud gestito, privato o pubblico, per carichi di lavoro cloud-enabled.

Usare Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform consente agli utenti avanzati di sviluppare ed implementare infrastrutture OpenStack di produzione e concentrarsi sull’aggiunta di valore a livello di servizi, di strumenti e delle personalizzazioni richieste partendo da Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform, con la tranquillità che sia Red Hat a mantenere l’integrità sia di Red Hat Enterprise Linux Server che del codice OpenStack.

Inoltre,  Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform offre diverse funzionalità di livello enterprise che permettono alle aziende di effettuare le loro implementazioni con la massima fiducia, tra cui test e certificazioni per ogni versione di OpenStack che opera su Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform per una ampia compatibilità hardware e software e per il massimo delle prestazioni; un ciclo di vita stabile e prevedibile; sicurezza SELinux di livello militare; un esteso sistema di partner certificati per elaborazione, storage, networking e software ISV, oltre a servizi di implementazione e personalizzazione.

Red Hat Cloud Infrastructure

Le organizzazioni che hanno già potuto sperimentare i benefici della virtualizzazione del datacenter  potranno ottenere  ulteriori vantaggi grazie a funzionalità di gestione di livello superiore, quali chargeback, self-service, monitoraggio e metering avanzati, e all’orchestrazione fornita da Red Hat CloudForms, che ora integra la tecnologia ManageIQ, che Red Hat ha acquisito nel dicembre 2012. Allo stesso modo, tecnologie di public cloud quali OpenStack offrono la prospettiva di minori costi di infrastruttura, architetture altamente scalabili e modelli di IT-as-a-Service (ITaaS). Le aziende si trovano a fronteggiare sfide legate alla gestione del passaggio graduale dalla tradizionale virtualizzazione del datacenter ad architetture maggiormente cloud-enabled, oltre ad impostare il percorso di trasferimento dei loro workload applicativi da un’architettura all’altra, mantenendo la gestibilità e le policy anche su piattaforme distinte.

Red Hat Cloud Infrastructure è pensata per rispondere a queste necessità e permette alle aziende di creare e gestire una IaaS private cloud basata su tecnologie di gestione e virtualizzazione del datacenter per i workload tradizionali, fornendo loro contemporaneamente un percorso di crescita verso un’infrastruttura altamente scalabile e simile al public cloud, basata su Red Hat OpenStack.

Red Hat Cloud Infrastructure è un’offerta a sottoscrizione unica, che comprende:

  • Red Hat Enterprise Virtualization: un prodotto completo di virtualizzazione del datacenter per workload Linux e Windows, che permette agli utenti di costruire una base di virtualizzazione agile e sicura, con tutte le caratteristiche necessarie per i tradizionali  workload applicativi di livello enterprise;
  • Red Hat CloudForms: una soluzione di gestione dell’open hybrid cloud che garantisce visibilità e controllo sulle infrastrutture virtuali eterogenee esistenti e permette agli utenti di implementare, monitorare e gestire servizi cloud su Red Hat Enterprise Virtualization, VMware vSphere ed altre soluzioni, hypervisor e piattaforme di virtualizzazione.
  • Red Hat OpenStack: una soluzione IaaS estremamente scalabile che offre una base aperta, flessibile ed enterprise-ready per il private cloud, basata sul progetto comunitario OpenStack integrato ed ottimizzato per Red Hat Enterprise Linux;
    • Red Hat Enterprise Linux Server, il più importante Linux enterprise al mondo, disponibile sotto forma di sistema operativo Linux scalabile ad alte prestazioni per le macchine virtuali guest che operano sui nodi computazionali di OpenStack.

Disponibilità

Sia Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform che Red Hat Cloud Infrastructure saranno resi disponibili a luglio 2013.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2905 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Share