Come ogni anno si svolgerà l’evento 2014 organizzato da Itway Italia chiamato Itway Campus. La settima edizione di Itway Campus è in programma Mercoledì 9 Aprile presso IBM Client Center di Segrate.

L’evento di formazione a 360°, interamente gratuito, si snoda su 6 diverse sale in parallelo con seminari commerciali e laboratori. Itway Campus come di consueto si svolge in un’unica giornata, attraverso un trasferimento di competenze DIRETTO con i players del mercato IT che compongono l’offerta di Itway.

Questo tipo di evento e pure il suo format rappresentano un buon esempio di come dovrebbe essere un evento di un distributore.

Sicuramente gli eventi dei distributori dovrebbero essere gratuiti e disponibili a tutti. Più agli utenti (per i quali bisogna garantire accesso massimo ad eventi informativi e formativi) che per i partner (che potrebbero anche pagare per questi eventi o per eventi più finalizzati ai prodotti interessati).

Pensare che eventi come questi possano (o debbano) essere a pagamento è forviante e limitante: gli sponsor possono coprire buona parte dell’evento e il resto lo può coprire il distributore. Usare la scusa di aumentare il tasso di persone presenti (o meglio limitare il tasso di persone che non si presentano) è limitante (ma ci vuole anche un buon senso e correttezza di chi si iscrive agli eventi di disiscriversi se impossibilitato a partecipare per lasciare posto ad altri). Usare la scusa di usare i proventi delle iscrizioni coprire speaker di rilievo è altrettanto semplicistico.

Sono altri gli eventi che potrebbero richiedere costi di iscrizione, ma in quel caso il contenuto deve diventare altamente tecnico, di qualità e possibilmente anche di novità (diventa poco edificante vedere speaker paganti ad aventi con fee di iscrizione che poi riciclano presentazioni già trite senza introdurre nulla di nuovo).

Ma è anche nel contenuto e nella possibilità di scelta (e pure di interazione) che vi è un buon esempio di come realizzare eventi generali. Diventano modo e occasione per scoprire nuovi prodotti/tecnologie, sentire delle nuove versioni di prodotto di vendor magari già noti o semplicemente discutere con interlocutori che vanno dai vendor, alle varie persone del distributore (troppo spesso viste solo come una figura astratta rappresentata da un indirizzo di e-mail) o da altri utenti.

Ed altrattanto valido esempio è aprire a contenuti non solo strettamente legati ai vendor, come ad esempio (nel caso di questo evento) eventi di community: per il terzo anno il VMUG italiano è presente con una sessione ed uno spazio dedicato.

Per chi è interessato la presentazione della sessione del VMUG è disponibile on-line.

Disclaimer: Sono stato invitato, insieme ad altre persone del VMUG Italia, a questo evento da Itway SpA che ha offerto lo slot per uno speach e uno spazio nell’expo. Ma non sono stato ricompensato in alcun modo per il mio tempo e non sono in obbligo di scrivere articoli riguardo all’evento stesso e/o gli sponsor. In ogni caso, i contenuti di questi articoli non sono stati concordati, rivisti o approvati dalle aziende menzionate o da altri al di fuori del sottoscritto.

This post has already been read 490 times.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2717 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share