Questo post è disponibile anche in: Inglese

Durante l’ultima edizione dell’IT Press Tour (la 14ma e la prima alla quale ho avuto l’onore di partecipare), svoltasi nella Silicon Valley (nel periodo dal primo a 5 dicembre 2014), abbiamo avuto l’occasione di incontrare molte aziende in differenti aree (Cloud, Storage e Big Data).

L’ultima azienda che abbiamo incontrato nel primo giorno (durante una cena in un ristorante indiano molto caratteristico) è stata Platform9, azienda che avevo già avuto modo di conoscere (anche se solo in forma virtuale) in occasione dell’annuncio del loro prodotto. ITPressTour-LogoA spiegare l’origine dell’azienda e la loro vision vi erano Sirish Raghuram (Co-founder, CEO) e Madhura Maskasky (Co-founder, Head of Product) che hanno spiegato in parole semplici la loro idea: realizzare una soluzione di tipo cloud SaaS pubblico per la gestione dei cloud IaaS privati. Un’idea relativamente semplice (tanto più che VMware ha proposto qualcosa di simile con la suite vRealize) con però una vision ben chiara e un posizionamento altrettanto chiaro: quello delle realtà medio-grandi (del resto sulle piccole non avrebbe neppure senso pensare ad un private cloud).

L’azienda è stata fondata nell’ottobre 2013, da numerosi veterani del mondo VMware (una curiosità, nonostante il cognome Sirish non è imparentato con un più famoso, almeno in VMware, Raghuram) con anni di esperienza nella virtualizzazione e nella gestione di datacenter. La sede si trova nella Silicon Valley (farebbe più notizia il contrario) ed in particolare a Sunnyvale.

Come già descritto in un post precedente la loro soluzione è basata su un ambiente OpenStack gestito da loro e fornito come servizio (un ambiente per ogni cliente, per garantire la massima separazione e potenzialmente la massima configurazione in base ad esigenze come l’autenticazione). Questo ambiente è di fatto un servizio di tipo public cloud SaaS, in grado di gestire ambienti on premises basati su VMware ESXi, KVM ma anche Docker o bare metal.

Dato che il prodotto non è ancora disponibile non siamo entrati troppo nel dettaglio implementativo (anche perché qualche curiosità o dubbio tecnico ci sarebbe da sviscerare), ma abbiamo comunque visto una demo (registrata) del prodotto su ambiente KVM. Anche il licensing per ora non è chiarissimo (si ipotizzava di un costo per socket, ma ad esempio non è chiaro quanto sarà la fee e se sarà, plausibilmente, una fee mensile).

Molti dei dubbi che sono sorti sono proprio sulla scelta dell’ambiente OpenStack che comporta varie sfide, per il fatto che non è un prodotto finito, ma un ambiente da “costruire” e far funzionare correttamente. Tecnicamente sembra che le persone di Platform9 ci credano molto e che partecipino attivamente allo sviluppo (dichiarando di avere sistemato più di 400 bug). D’altra parte il prodotto evolve molto rapidamente e potenzialmente anche le API (dopo due release) potrebbero essere cambiate.

Platform9 dovrebbe esporre API OpenStack native, ma non è chiaro se fornirà anche API specifiche (che magari cambiano con meno rapidità). Di certo le persone di Platform9 hanno in carico la gestione dell’ambiente incluso l’aggiornamento dello stesso (visto che è un servizio SaaS).

Inizialmente dovremmo vedere la versione del prodotto con supporto solo ad ambienti KVM. Subito dopo le versioni supporteranno VMware vSphere e Docker support. Come pure ci dovrebbero essere specifiche integrazioni con Ceph e Cinder per la parte storage (nella fase iniziale OpenStack di fatto gestirà solo la parte compute).

Per conoscere qualcosa in più del prodotto e dell’approccio di Platform9, non perdere il prossimo evento del VMUG CloudOps SIG.

Per maggiori informazioni vedere anche questo post:

Disclaimer: Sono stato invitato a questo evento da Condor Consulting Group che ha coperto i costi per il viaggio e l’alloggio. Ma non sono stato ricompensato in alcun modo per il mio tempo e non sono in obbligo di scrivere articoli riguardo all’evento stesso e/o gli sponsor. In ogni caso, i contenuti di questi articoli non sono stati concordati, rivisti o approvati dalle aziende menzionate o da altri al di fuori del sottoscritto.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2794 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share