Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 4 minutes

Veeam, come molti altri vendor, ha diversi tipi di licenze software, che dipendono dal tipo di prodotto e dal tipo di caso d’uso. Vi sono licenze per CPU sockets, tipiche per i server gestiti (ad esempio per il backup), ma anche per VM (tipiche delle soluzione offerte come servizio cloud), o istanza fisica (negli agenti), o istanze virtuali, o a spazio (quanto vi sarà il backup per i NAS), …

Ma le licenze si possono classificare anche non in base a cosa viene licenziato, ma al come:

  • Free license: alcuni prodotti hanno una licenza gratuita, si pensi a VeeamZIP, o agli agenti gratuiti.
  • Perpetual license: la classica forma di licenziamento dei prodotti dove quella particolare versione potrà essere usata senza alcuna scadenza.
    C’è comunque da considerare la parte di subscription relativa al supporto, obbligatorio per il primo anno, che può fornire alcuni benefici, ma che comporta poi un possibile costo annuo (di solito sui 3-4 anni pari al costo del prodotto).
    Il supporto, se attivo, permette di aggiornare la versione, accedere al portale delle licenze, accedere al supporto tecnico.
    Tipicamente le licenze perpetue sono per processore fisico (si pensi a Veeam Backup & Replication).
  • Subscription license: la licenza a “sottoscrizione” è un po’ come noleggiare un prodotto, ogni anno bisogna pagare un subscription che però include anche il supporto production 24×7.
    Diverse forme di subscription possono essere possibili (da partire da un minimo di un anno ad un totale di 5 anni in anticipo per avere sconti maggiori). Alla fine del periodo di subscription, se non viene rinnovato, la licenza non può essere più utilizzata.
    Esempio di questo modello sono gli Agenti di backup.
  • Hosting rental: tramite il programma Veeam Cloud & Service Provider, un cloud provider può noleggiare un prodotto o una soluzione Veeam su base mensile (o annuale). Simile al modello precedente, con la differenza che è il provider a fatturare al cliente, mentre Veeam fatturerà al provider mensilmente in base, normalmente (almeno per Veeam Backup & Replication), per VM.
    Per maggiori informazioni vedere la VCSP page.

Da un punto di vista storico, Veeam aveva iniziato con prodotti gratuiti (il primo era stato FastSCP), ma usati come base per sviluppare poi prodotti commerciali veri e propri.

Il primo modello di licenza commerciale usato è stato per socket (inizialmente vi erano pure alcune limitazioni sui core) e in modalità perpetua. Ma con l’avvento della Cloud edition di Veeam Backup & Replication (una edizione che non ha avuto successo), si è iniziato ad esplorare l’opzione delle subscription, che sta diventando il nuovo standard di Veeam, visto che molti nuovi prodotti sono disponibili SOLO secondo questa modalità. Però, per gli end user, Veeam Backup & Replication rimaneva per socket.

Finalmente, Veeam ha creato un licenza, di tipo subscriptio, per-VM licensing, disponibile anche agli end user e non solo per chi acquista da cloud provider..

L’opzione per-socket è comoda per molti clienti, ma ci sono alcuni casi limite come piccole PMI o gli scenari ROBO, dove non c’è particolare convenienza.

Si pensi ad una piccola realtà con magari un host e un paio di VM… vero che ci sono i bundle Essential, ma sono comunque per coppie di socket e possono rappresentare un gradino troppo alto.

Peggio ancora per il caso ROBO, dove il bundle Essential NON è usabile, se non in piccoli ambienti (massimo 6 socket totali): considerando che in ogni filiale servono comunque due host per un minimo di disponibilità, ma che magari ci sono solo 2-4 VM, il costo potrebbe essere elevato. Notare che VMware ha uno specifico SKU per gli ambienti ROBO (guarda caso per VM), ma Veeam non lo ha!

Bisogna però ribadire che l’opzione per-VM option per gli end user è solo di tipo subscription licensing (confermado come Veeam stia spingendo su questo modello). Tra l’altro visto che Veeam Backup & Replication non ha un vero e proprio blocco impostabile a livello di VM, è persino possibile superare il numero di VM licenziate (almeno dal punto di vista tecnico).

Per maggiori informazioni (in inglese), vedere:

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2857 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Share