Questo post è disponibile anche in: Inglese

Reading Time: 3 minutes

In ESXi lo schema delle partizioni è automaticamente definito in fase di installazione e, a differenza del vecchio ESX, non può essere modificato (l’unica scelta è dove installare l’hypervisor). Per maggiori informazioni sul tipo di partizioni, sulla loro dimensione e utilizzo, Rickard Nobel ha realizzato un ottimo post: ESXi 5 partitions. In questo post però non descrive il metodo per verificare l’effettivo schema di partizioni (a parte i metodi ovvi di partire con una distribuzione live o analizzare le partizioni da un altro sistema operativo).

Per vedere il layout delle partizioni del disco di sistema di ESXi 5 il vecchio comando fdisk non può più essere utilizzato, o almeno non sulle nuove installazione, dove viene utilizzato lo schema GTP anziché quello MBR (come scritto nei precendenti post sull’aggiornamento di VMFS un disco MBR esistente viene aggiornato a GPT solo se il disco viene esteso a più di 2 GB).

La nuova utility per i dischi GPT si chiama partedUtil ed ha una sintassi diversa. Per visualizzare la tabella delle partizioni con questo comando i passi da compiere sono:

  • Prima di tutto bisogna individuare, nella directory /dev/disks, il nome del disco di sistema (anche senza guardare la dimensione sarà facile, visto che in una buona installazione sarà l’unico con più di una partizione):

  • A questo punto si può usare l’opzione get (o meglio ancora getptbl) per visualizzare la tabella della partizioni (da notare che la semplice dimensione delle partizioni era già visibile nello screenshot precedente):

Come si nota dall’esempio sono utilizzate 7 partitioni:

  • Partition 1: systemPartition 4MB
  • Partition 5: linuxNative 250MB -> /bootbank
  • Partition 6: linuxNative 250MB -> /altbootbank
  • Partition 7: vmkDiagnostic 110MB
  • Partition 8: linuxNative 286MB -> /store
  • Partition 2: linuxNative 4GB -> /scratch (non presente se ESXi viene installato in disco o flash con capacità limitata)
  • Partition 3: VMFS datastore (non presente se ESXi viene installato su una flash)

Come si può notare un’installazione minima trova agilmente posto in una flash di 1 GB. E’ curioso come le partizioni che sono identificate come linuxNative in realtà sono semplicemente formattate FAT (come anche riportato dal comando df).

Come scritto nel post di Richard, il footprint di ESXi 5 è aumentato a circa 124MB, rispetto ai 70MB della versione 4.1 o ai soli 32MB della prima versione 3.5. Rimane comunque una dimensione contenuta.

Per chi è curioso riguardo il vecchio schema delle partizioni consiglio If VMware ESXi 4 is so small, why is it so big? e sopratto The VMware ESXi 4 64MB Hypervisor Challenge (dove viene illustrato il principio con i quale fare un’installazione veramente minimale).

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2908 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share