Questo post è disponibile anche in: Inglese

Red Hat ha annunciato la disponibilità di Red Hat Enterprise Linux 7.5, la più recente versione della nota piattaforma Linux aziendale.

Valida piattaforma per gli ambienti cloud ibridi, Red Hat Enterprise Linux 7.5 fornisce avanzati strumenti di sicurezza e compliance, tool per ridurre i costi dello storage e migliore usabilità, così come una maggiore integrazione con le infrastrutture Microsoft Windows sia on-premises che in Microsoft Azure.

Red Hat Enterprise Linux 7.5 è disponibile sul Red Hat Customer Portal per tutti i clienti con sottoscrizione Red Hat Enterprise Linux attiva.

Tra le novità più rilevanti:

  • Sicurezza e conformità hybrid cloud potenziate: Gli ambienti IT ibridi offrono nuove e interessanti opportunità per le imprese, ma possono presentare anche alcune sfide in termini di sicurezza dato che i team IT devono considerare molteplici implementazioni. Per soddisfare al meglio queste esigenze, Red Hat Enterprise Linux 7.5 offre controlli di sicurezza software avanzati volti a ridurre i rischi e a facilitare le attività IT.
    Un componente chiave di questi controlli è l’automazione della sicurezza attraverso l’integrazione di OpenSCAP con Red Hat Ansible Automation, pensato per abilitare la creazione di Ansible Playbook direttamente dagli scan OpenSCAP che possono a loro volta essere utilizzati per attività di remediation in modo rapido e coerente in ambienti IT ibridi. I dati sensibili possono anch’essi essere meglio protetti grazie alla crittografia Network-Bound Disk Encryption che supporta la decifratura automatica dei volumi dati.
  • Storage più performante ed efficace: L’obiettivo di estendere gli investimenti IT per supportare le implementazioni hybrid cloud e ridurre i costi pone l’accento sull’ottimizzazione dello storage che diventa un aspetto importante della strategia. Per questo, Red Hat Enterprise Linux 7.5 offre virtual data optimizer (VDO), progettato per ridurre i costi dello storage nel cloud e on-premise fino all’83% (dati interni Red Hat). VDO contiene la ridondanza dei dati e migliora la capacità effettiva dello storage attraverso la deduplica e la compressione dei dati prima che arrivi ai dischi.
  • Gestione semplificata: Red Hat Enterprise Linux 7.5 riduce anche la curva di apprendimento per nuovi amministratori, troubleshooter e sviluppatori di sistemi Linux semplificando attività complesse come la gestione dei sistemi grazie a miglioramenti alla console di amministrazione.
    Nuove funzionalità e integrazione con infrastrutture Windows-based, tra cui maggiore comunicazione e gestione con implementazioni Windows Server, trasferimenti dati più sicuri con Microsoft Azure, e migliori performance per architetture Microsoft Active Directory sono tutti disponibili con Red Hat Enterprise Linux 7.5. Queste funzionalità semplificano la migrazione per quelle aziende che desiderano sfruttare la scalabilità e flessibilità di Red Hat Enterprise Linux 7.5 con investimenti Windows esistenti.
  • Container Linux production-ready: Poiché le applicazioni containerizzate e le infrastrutture container-based frequentemente formano un componente chiave per molte strategie di trasformazione digitale, Red Hat Enterprise Linux 7.5 enfatizza la leadership di Red Hat nel rendere le tecnologie container production-ready. La sicurezza container è stata potenziata, con l’aggiunta di configurazioni di sicurezza e compliance, oltre a controlli più granulari e host layer access. Il recente acquisto di CoreOS sicuramente si fa vedere su questo aspetto.

Per supportare massima libertà di scelta, Red Hat Enterprise Linux 7.5 è disponibile su tutte le architetture supportate tra cui x86, IBM Power, IBM z Systems, e 64-bit Arm. Questa release supporta anche la virtualizzazione single-host KVM, l’ambiente Open Container Initiative (OCI)-formated runtime environment e le base image per sistemi IBM z.

This post has already been read 157 times.

Andrea MauroAbout Andrea Mauro (2718 Posts)

Virtualization, Cloud and Storage Architect. Tech Field delegate. VMUG IT Co-Founder and board member. VMware VMTN Moderator and vExpert 2010-18. Dell TechCenter Rockstar 2014-15. Microsoft MVP 2014-16. Veeam Vanguard 2015-18. Nutanix NTC 2014-18. PernixPro 2014-16. Several certifications including: VCDX-DCV, VCP-DCV/DT/Cloud, VCAP-DCA/DCD/CIA/CID/DTA/DTD, MCSA, MCSE, MCITP, CCA, NPP.


Related Post:

Share